Brasile, voglia di vendetta contro il Messico

BRASILE – MESSICO | mercoledì ore 21:00

Il Brasile ha vinto la prima partita della Confederations Cup contro il Giappone con il risultato di tre a zero, il Messico ha perso contro l’Italia due a uno e con una nuova sconfitta potrebbe essere già eliminato. Il problema è che la squadra di De la Torre sta giocando male e contro l’Italia non ha mostrato nessun miglioramento rispetto alle precedenti due partite in cui aveva raccolto due pareggi – senza segnare gol – contro avversari piuttosto scarsi come Panama e Costa Rica. Che fine hanno fatto i giocatori che hanno battuto proprio il Brasile nella finale delle Olimpiadi di calcio dell’anno scorso? Della formazione che dovrebbe scendere in campo, ci sono il portiere Corona, poi Salcido e Aquino. In panchina andranno Mier, Reyes ed Herrera che la finale contro il Brasile l’hanno giocata e vinta. Così come l’hanno giocata e però persa dall’altra parte Thiago Silva, Marcelo, Oscar, Hulk, Lucas e soprattutto Neymar. Tutti desiderosi di una pronta vendetta, visto che la sconfitta in quella partita ha dato vita a parecchie polemiche e all’esonero di Menezes. Scolari sa bene che deve vincere questa Confederations Cup, o quanto meno arrivare in finale, per non rischiare di fare la stessa fine del predecessore. La voglia di riscatto dei giocatori del Brasile che avranno dalla loro anche il vantaggio di giocare in casa, dovrebbe portare ad una facile vittoria contro il Messico che è apparso troppo deludente nelle ultime partite per pensare di impensierire la squadra di Scolari.


Il Brasile ha vinto contro il Giappone, ma il risultato finale di 3-0 non deve ingannare. Siamo ancora lontani da quel calcio spettacolare e redditizio allo stesso tempo che ci si aspetta sempre dalla nazionale più titolata al mondo. La spaccatura che c’è a centrocampo è evidente, Paulinho e Luiz Gustavo sono forti, danno dinamismo e solidità al centrocampo, ma nessuno dei due è un regista classico e contro una squadra come la Spagna che fa il pressing nella metà campo avversaria sarà difficile fare arrivare i palloni a Neymar, Oscar e Hulk, chiamati poi a inventare qualcosa in attacco. Mancano le manovre, il Brasile non ha un gioco ben definito e rischia sempre di fare brutte figure se malauguratamente tutti i fantasisti a disposizione di Scolari incappano nella giornata storta.

Ma il Messico non è la Spagna, non fa pressing alto, e contro l’Italia anche sul piano fisico ha deluso. Per questo motivo la vittoria del Brasile a quota 1.35 su Bet-at-home – che accredita il 20% extra dell’importo del primo versamento (fino a un massimo di 50 euro) – non sembra in discussione. Col Brasile poi è sempre molto probabile l’over (almeno tre gol nel corso di una partita), che si è verificato sette volte nelle otto partite giocate in questo 2013. La quota per l’over è 1.55 sempre su Bet-at-home.

Il Brasile farà la partita e probabilmente batterà più calci d’angolo (quota 1.36 su Paddypower), mentre il Messico alle prese con i dribbling ubriacanti di Neymar e Oscar probabilmente riceverà più ammonizioni (quota 1.75 sempre su Paddypower. Come marcatore occhio a Fred (quota 2.35) sempre per lo stesso motivo che il veggente ha spiegato qui. Su Paddypower ci sono altri 7 marcatori su cui è possibile scommettere, e a chi si registra per la prima volta viene accreditato l’importo della prima scommessa effettuata, perdente o vincente che sia (fino a un massimo di 40 euro).

Probabili formazioni:
BRASILE: Julio Cesar, Dani Alves, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo, Paulinho, Fernando, Hulk, Oscar, Neymar, Fred.
MESSICO: Corona, Zavala, Rodriguez, Moreno, Salcido, Herrera, Flores, Barrera, Giovani dos Santos, Guardado, Hernandez.

PRONOSTICO: 3-1