Italia, la prima partita è contro il Messico

MESSICO – ITALIA | domenica ore 21:00

Questione di motivazioni. L’incognita nel caso dell’Italia è come i giocatori prenderanno seriamente o no questa competizione, la Confederations Cup. Perché la differenza di rendimento tra amichevoli e partite ufficiali da parte della nazionale di Prandelli è evidente, i risultati lo dimostrano. Se si esclude la partita contro San Marino – che è giusto un po’ più scarso di Haiti – l’Italia non vince una partita amichevole da novembre del 2011, 2-0 contro la Polonia. Con Prandelli in panchina allo stesso tempo però la nazionale ha perso una sola volta su 22 partite ufficiali – la finale dell’Europeo contro la Spagna – facendo per il resto 14 vittorie e 7 pareggi.

L’unica altra Confederations Cup giocata dall’Italia nel 2009 andò parecchio male, ma allora non era tanto una questione di motivazioni, quanto di un ciclo chiuso che il semplice ritorno di Lippi in panchina non poteva riaprire. Questa nazionale – se vuole –gioca molto bene, e le attenzioni che sta richiamando questa Confederations Cup induce a pensare che l’Italia proverà a giocarla al massimo. È una buona notizia, e il pareggio contro Haiti può essere messo in parallelo con l’amichevole persa malamente dalla nazionale contro la Russia prima di giocare l’Europeo l’anno scorso. Scarse motivazioni e gambe pesanti per una minima preparazione fisica alla Confederations possono spiegare la brutta figura rimediata contro Haiti.

La fortuna dell’Italia è poi il fatto che il Messico – avversario nella prima partita della Confederations Cup – se la passa molto peggio. Ha giocato recentemente tre partite di fila per la qualificazione ai mondiali, e ha ottenuto scarsi risultati (due pareggi e una vittoria segnando un solo gol) che hanno messo a serio rischio la partecipazione a Brasile 2014. Tifosi e stampa messicana si sono schierati contro l’allenatore De la Torre. Suona strano dopo il trionfo nell’Olimpiade di calcio del 2012 – vittoria in finale contro il Brasile – che il Messico trovi difficoltà a qualificarsi giocando contro squadre come Giamaica, Costa Rica e Honduras. La scelta di rinunciare a Vela che ha giocato nella Real Sociedad la sua migliore stagione non è geniale, mentre Giovani dos Santos, Barrera e il Chicharito Hernandez hanno un rendimento troppo discontinuo. Se questi tre più Guardado sono in serata sì, il Messico può mettere in difficoltà qualsiasi squadra. Se la partita non si mette subito bene, questa squadra difetta in carisma e risente della mancanza di un leader carismatico come lo fu l’ex Barcellona Rafa Marquez.

Prandelli sarà comunque prudente, non vorrà rischiare una brutta sconfitta e per questo motivo inizialmente manderà in campo una squadra non molto offensiva, con El Shaarawy (in dubbio per un problema muscolare) e Cerci probabilmente in panchina e pronti ad entrare nella ripresa. Considerato che il Messico è reduce da due 0-0 e da una vittoria per 1-0, non c’è da aspettarsi una partita spettacolare con tanti gol e la scelta dell’under a quota 1.60 su Bet-at-home sembra la più sensata. L’Italia è comunque favorita e la sua vittoria è a quota 2.35 su Paddypower che accredita l’importo della prima scommessa effettuata, perdente o vincente che sia (fino a un massimo di 40 euro) e su questa partita propone il Power Bonus con rimborso delle singole eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore e parziale primo tempo/finale se Balotelli segna per ultimo. Evento nemmeno troppo complicato, visto che di partenza SuperMario dovrebbe essere l’unico attaccante schierato da Prandelli. La quota per un gol di Balotelli durante la partita è 2.40 sempre su Paddypower.

Per questa partita Unibet – che offre ai nuovi registrati il rimborso completo della prima scommessa effettuata, se questa dovesse rivelarsi perdente (rimborso massimo: 100 euro) – dà anche un altro bonus. Puntando 20 euro su Messico-Italia si avranno 5 euro di bonus extra che verranno accreditati entro 72 ore dalla fine dell’incontro e che potranno essere usati per piazzare altre scommesse sulla Confederations Cup.


Probabili formazioni:
MESSICO: Corona, Zavala, Rodriguez, Moreno, Salcido, Herrera, Flores, Barrera, Giovani dos Santos, Guardado, Hernandez.
ITALIA: Buffon, Abate, Chiellini, Barzagli, De Sciglio, De Rossi, Pirlo, Montolivo, Marchisio, Giaccherini, Balotelli.

PRONOSTICO: 0-1