Tocca a Australia e Corea del Sud

Le qualificazioni ai mondiali della zona asiatica (AFC) sono al quarto round. Tutte le squadre che hanno passato i turni precedenti sono state divise in 2 gruppi da 5. Le prime due classificate di questi due gironi si qualificheranno direttamente alla fase finale del Mondiali del 2014, mentre le terze giocheranno uno spareggio e la vincente farà lo spareggio con la quinta classificata nel girone della Conmebol, ovvero il girone del Sudamerica.

Classifica girone 1 zona asiatica (AFC): Uzbekistan 11 (6), Corea del Sud 11 (6), Iran 10 (6), Quatar 7 (7), Libano 5 (7).
Classifica girone 2 zona asiatica (AFC): Giappone 14 (7), Oman 9 (7), Giordania 7 (6), Australia 7 (6), Iraq 5 (6). Tra parentesi le partite giocate.

AUSTRALIA – GIORDANIA | martedì ore 11:00

L’Australia è più scarsa rispetto a quella che allenata da – Guus Hiddink – fu eliminata nel 2006 dall’Italia agli ottavi di finale dei mondiali, Kewell non ha un erede e l’unico giocatore di una certa importanza è l’ex Everton Cahill. Dovrebbe comunque bastare in casa contro la Giordania, già sconfitta in trasferta nel primo turno. La Giordania ha gli stessi punti dell’Australia, che proprio per questo parte favorita. La vittoria dell’Australia è a quota 1.30

PRONOSTICO: 1-0
COREA DEL SUD – UZBEKISTAN | martedì ore 13:00

Ci sono due posti a disposizione per tre squadre nel girone 1. Corea del Sud e Uzbekistan hanno 11 punti, l’Iran 10 e tra queste tre la principale favorita per la qualificazione è la Corea del Sud perché giocherà in casa tutte e due le restanti partite e perché è più forte delle avversarie. La Corea del Sud arriva alla fase finale dei mondiali di calcio consecutivamente dal 1986. È vero che questa nazionale sembra avere meno qualità di quelle degli scorsi anni, anche a causa del declino di Park Ji Sung, ma contro l’Uzbekistan anche la maggiore organizzazione tattica dovrebbe bastare per la vittoria dell Corea del Sud che è quotata 1.52 da Paddypower.

PRONOSTICO: 1-0
IRAQ – GIAPPONE | martedì ore 16:30

Il Giappone pareggiando contro l’Australia ha ottenuto la qualificazione aritmetica al mondiale del 2014 in Brasile. Il Giappone giocherà anche la Confederations Cup che inizierà il 15 giugno, prima di trasferirsi in Brasile però sarà in campo ancora per una partita di qualificazione ai mondiali, ormai inutile visto che l’obiettivo di partecipare a Brasile 2014 è già stato raggiunto. La partita contro l’Iraq ha una particolare importanza per i giocatori del Giappone. Il pareggio per 2-2 di 20 anni fa contro l’Iraq costò al Giappone la qualificazione ai mondiali del 1994, una brutta figura che viene ricordata come l’agonia di Doha, una disfatta che i giapponesi vorranno vendicare. Fare la guerra all’Iraq che punterà tutto sull’agonismo per intimidire gli avversari potrebbe però non essere una grande idea, e alla lunga i giapponesi potrebbe anche tirare il piede indietro in caso di contrasti a centrocampo. Va bene vendicare Doha, ma i giocatori vorranno di sicuro preservarsi per la più importante Confederations Cup, che sarà vista in tutto il mondo, sicuramente da più persone di quelle che vedranno la partita contro l’Iraq. Per questo motivo Honda, che ha qualche problema fisico, probabilmente sarà lasciato a riposo da Zaccheroni. Credere in un risultato positivo degli iracheni che possono ancora qualificarsi – con due vittorie consecutive nelle ultime due partite – è per questo motivo possibile. Il Giappone ha una squadra molto più forte e più tecnica, ma gli iracheni hanno già messo in difficoltà gli avversari nella partita di andata in cui persero solo uno a zero.

La doppia chance interna (vittoria dell’Iraq o pareggio) è a quota 1.68 su Paddypower che accredita ai nuovi utenti che si registrano l’importo della prima scommessa effettuata, perdente o vincente che sia (fino a un massimo di 40 euro).

PRONOSTICO: 1-0