NBA: questa notte iniziano le Finals

MIAMI HEAT – SAN ANTONIO SPURS

«Un giorno questa lega sarà tua». Sei anni fa esatti, Tim Duncan, fresco di quarto titolo, consolava con queste parole profetiche un imberbe LeBron, ancora in lacrime per la cocente delusione. Era il 2007 e San Antonio rifilò ai giovani ed inesperti Cavaliers un perentorio 4-0 nelle Finals. Ora, che James sarebbe diventato di lì a poco l’assoluto dominatore della Nba non era poi così difficile immaginarlo. Ma The Big Fundamental, che tra le sue svariate doti annovera pure quella di emanare profezie, non avrebbe mai lontanamente potuto pensare che, dopo sei anni (all’epoca Duncan viaggiava già oltre i 30) le strade dei suoi Spurs e di quel promettente ragazzotto senza barba si sarebbero incrociate un’altra volta. Il destino però, si sa, è abituato non rendere mai nulla scontato ed ecco che tra LeBron e il suo secondo anello consecutivo – quello che lo consacrerebbe ufficialmente tra i più grandi di sempre – c’è di nuovo lui, l’eterno Tim. Insieme ai compagni di sempre, Parker e Ginobili. E coach Popovich, lo stratega degli strateghi, a caccia del quinto successo in neanche quindici anni. Heat-Spurs è anche, soprattutto, questo. E adesso, finalmente, ci siamo. Ultimo atto. Il sipario sulle Finals 2013 si alzerà stanotte, in Florida (la palla a due alle 3 italiane). Miami e San Antonio si giocano il titolo. I texani ci arrivano con dieci giorni di riposo (ma per loro, vista l’età media, non può essere che un bene), gli Heat a 48 ore dall’esito dell’estenuante serie con i Pacers, decisa solo in gara 7. Come con Indiana, Miami parte nettemente sfavorita sotto canestro, ma stavolta non è solamente la mancanza di centimetri a preoccupare Spoelstra: bisogna tenere d’occhio gli esterni degli Spurs, tiratori letali dall’arco e pronti a monetizzare gli scarichi di Tony Parker. Miami dovrà essere perfetta in difesa e a non obbligare James – su di lui Pop piazzerà il rampante Leonard – a fare tutto da solo: decisivo in questo senso sarà l’apporto di quel supporting cast (Wade, Bosh, Battier, Allen) che coi Pacers ha funzionato a corrente alterna.

PRONOSTICI: Miami vincente (1.40 su Paddypower)Margine vittoria qualsiasi squadra da 1-5 punti (2.70 su Paddypower)Under 180.5 (2.85 su Paddypower)

Paddypower rimborserà tutte le scommesse singole perdenti relative al testa a testa del match Miami Heat – San Antonio Spurs se Lebron James segnerà più di 33 punti.