NBA: c’è gara 6 tra Indiana e New York

INDIANA PACERS – NEW YORK KNICKS

Per la gioia dei Miami Heat (i campioni in carica, comunque vada, si potranno godere un’altra settimana di riposo) i Knicks sono ancora in vita e stanotte a Indianapolis hanno la possibilità di pareggiare la serie e conquistarsi gara 7, in programma – se necessaria – lunedì prossimo nella Grande Mela. Le esigue speranze di New York di compiere il miracolo – sarebbe l’ottava squadra nella storia dell’Nba a passare il turno dopo essere andata sotto 3-1 – sono appese alla decisione della lega che dovrà decidere se far scendere in campo o meno George Hill, talentuoso regista dei Pacers, vittima di una commozione cerebrale poche ore prima della partita di due notti fa. Senza il play ex Spurs, determinante con le sue triple in gara 3 e in gara 4, Indiana rischierebbe tantissimo: la sua assenza si è notata eccome in gara 5, quando al Madison Square Garden i gialloblu hanno gettato via il primo match point. Con George troppo isolato e Hibbert limitato dai falli, i Pacers si sono visti costretti a inseguire per tutti i 48 minuti i Knicks, che hanno portato a casa un successo prezioso grazie ai 28 punti (con 28 tiri) di Carmelo Anthony, al solito JR Smith e al semi sconosciuto Chris Copeland (protagonista con 13 punti dalla panchina). Gara 6 sarà un’ennesima battaglia, forse l’ultima, dalla quale Indiana non vuole – e non può – uscire sconfitta. Miami la aspetta, senza ansia.

PRONOSTICI: Indiana vincente (1.40 su Paddypower) – Over 180.5 punti (2.25 su Paddypower)