La Serie A gioca mercoledì alle 20.45

Serie A
PESCARA – MILAN | mercoledì ore 18:00

Il Pescara ha subito 40 gol nei secondi tempi delle partite di Serie A, due in più di quelli subiti in totale dal Milan in questo campionato. Basta questa statistica per capire come potrebbe andare la partita tra Pescara e Milan. Non solo c’è la differenza abissale tra le due squadre, differenti saranno anche le motivazioni. Perché il Pescara nell’ultimo turno è retrocesso matematicamente, mentre il Milan ha aumentato a quattro i punti di vantaggio sulla Fiorentina quarta e vincendo potrebbe mettere al sicuro la qualificazione in Champions League tramite i preliminari. Una partita facilissima, questa, ma da vincere perché poi c’è la Roma che è squadra sempre difficile da affrontare, e il risultato negativo dell’andata lo conferma. Proprio per questo motivo però il Milan non farà l’errore di affrontare questa partita senza la giusta concentrazione, e anche le dichiarazioni di lunedì di Galliani sono andate in questo senso.

Il Pescara, come se non bastasse, deve rinunciare ad almeno cinque potenziali titolari: D’Agostino, Modesto, Weiss, Quintero, e Pelizzoli. Anche la tradizione vede il Milan quasi sempre vincente – con tanti gol – contro il Pescara. I rossoneri hanno vinto 10 volte su 11 e sono la squadra che ha vinto più volte e segnato più gol (34) contro il Pescara in Serie A.

I numeri del Pescara sono disastrosi. Il veggente ad agosto aveva pronosticato Pescara con la peggiore difesa del campionato a quota 4.00 su eurobet. A tre giornate dal termine ha subito 22 gol in più della seconda peggiore difesa: 74 gol finora, l’ultima squadra a subirne di più in un campionato di Serie A fu il Napoli nel 1997/98 (76), e già martedì sera potrebbe superare anche questo record negativo.

Dall’altra parte il Milan nel girone di ritorno con Balotelli ha tenuto un ritmo da scudetto. Quanto sia stato decisivo il suo arrivo lo conferma questa statistica: il Milan ha vinto sei delle sette partite in cui ha segnato Supermario, pareggiando l’altra. Balotelli marcatore è a quota 1.55 su Paddypower.

La quota per il 2/2 parziale/finale è 1.54 su Paddypower che propone l’over 3.5 (almeno quattro gol complessivi nel corso della partita) a quota 2.00. Per questa partita, oltre al bonus del 100% sulla prima scommessa fino a 50 euro c’è il Power Bonus con rimborso delle puntate in singola su primo marcatore, parziale/finale e risultato esatto se Sforzini segna per ultimo.

Probabili formazioni:
PESCARA: Perin, Zanon, Capuano, Kroldrup, Balzano, Rizzo, Togni, Celik, Cascione, Sculli, Sforzini.
MILAN: Abbiati, Abate, Zapata, Mexes, Constant, Flamini, Muntari, Nocerino, Balotelli, Pazzini, El Shaarawy.

PRONOSTICO: 0-4
ATALANTA – JUVENTUS | mercoledì ore 20:45

La Juventus ha vinto lo scudetto e con soltanto 20 gol subiti è ormai sicura di avere la migliore difesa del campionato. L’unico record che manca è quello del migliore attacco, Conte è un perfezionista e vorrà anche questo primato per zittire con dati reali le statistiche che vengono tirate fuori per criticare l’assenza di un campione in attacco. E così, pur non volendo perdere, libero da obblighi di risultato suggerirà ai suoi di giocare di più all’attacco, e l’assenza per squalifica di Pogba coinciderà con il ritorno al modulo che prevede due attaccanti. L’Atalanta subisce gol dalla Juventus in Serie A da 20 partite consecutive, ed ha incassato due o più gol in tutte gli ultimi otto precedenti. Anche queste statistiche suggeriscono l’over (almeno tre gol complessivi nel corso della partita) a quota 1.90 su Paddypower o in alternativa il “gol” (entrambe le squadre a segno) a quota 1.66 su Paddypower

L’Atalanta ha 39 punti e non è ancora certa della salvezza. Per questo motivo, vorrà sfruttare l’occasione di affrontare la Juventus che ancora deve smaltire la sbornia per i festeggiamenti dello scudetto vinto appena domenica, per fare almeno un punto che la metterebbe virtualmente al sicuro. Il pareggio è a quota 3.20 su Paddypower.

Per quanto riguarda i possibili marcatori, attenzione a Quagliarella (quota 2.75 su Paddypower), che ha fatto otto gol in undici partite di campionato contro l’Atalanta, la sua vittima preferita in Serie A.

Probabili formazioni:
ATALANTA: Consigli, Raimondi, Stendardo, Canini, Del Grosso, Carmona, Cigarini, Biondini, Bonaventura, Livaja, Denis.
JUVENTUS: Storari, Caceres, Bonucci, Chiellini, Padoin, Giaccherini, Pirlo, Marchisio, De Ceglie, Matri, Quagliarella.

PRONOSTICO: 2-2

BOLOGNA – NAPOLI | mercoledì ore 20:45

Arrivato a quota 40 punti e ottenuta la quasi sicurezza della salvezza, il Bologna come previsto è andato in vacanza a Roma e ha perso 6-0 contro la Lazio, un esordio negativo per il giovane portiere Stojanovic chiamato a sostituire l’infortunato Curci in porta. Al Napoli mancano tre punti per avere la sicurezza del secondo posto in classifica che permette di evitare il pericoloso preliminare di Champions League. Vincere contro il Bologna vorrebbe dire chiudere i conti. La doppia chance esterna (pareggio o vittoria del Napoli) è a quota 1.14 su Paddypower. La quota per il segno “gol” è invece 1.44 su 1.14 su Paddypower.

Probabili formazioni:
BOLOGNA: Stojanovic, Motta, Sorensen, Antonsson, Abero, Perez, Taider, Kone, Diamanti, Christodoulopoulos, Gilardino
NAPOLI: De Sanctis, Gamberini, Cannavaro, Britos, Maggio, Behrami, Dzemaili, Zuniga, Hamsik, Cavani, Pandev.

PRONOSTICO: 1-2
CAGLIARI – PARMA | mercoledì ore 20:45

Continua l’esilio del Cagliari che sarà costretto a giocare anche questa partita contro il Parma a Trieste. Il girone di ritorno delle due squadre è stato completamente diverso: molto positivo quello del Cagliari, negativo quello del Parma. Basta guardare i numeri: alla fine del girone di andata il Parma aveva 13 punti in più del Cagliari, adesso sono tutti e due a quota 43 già sicuri della salvezza e liberi di giocare questa partita senza particolari pressioni.

Il Cagliari in casa prima della sconfitta contro l’Udinese, non perdeva da sette partite di campionato in cui aveva fatto ben cinque vittorie e due pareggi. Il Parma in trasferta in questa stagione ha giocato sempre male, ad esempio è stato capace di perdere anche a Pescara. Nelle ultime sette partite giocate in trasferta ha fatto solo due punti, e nelle ultime quattro non ha segnato nemmeno un gol. Probabilmente però a questo giro un gol il Parma lo segnerà, con le squadre senza assilli di classifica ci saranno probabilmente meno tatticismi e più occasioni da gol. Il Cagliari è comunque favorito, anche per la pesante assenza nella difesa avversaria di Lucarelli.

La vittoria del Cagliari è a quota 2.75 su Paddypower. Il segno “over” è a quota 2.00 su Eurobet. Su molti bookmakers le quote su over/under e gol/no gol di questa partita sono state sospese.

Probabili formazioni:
CAGLIARI: Agazzi, Perico, Rossettini, Astori, Murru, Dessena, Conti, Ekdal, Nainggolan, T. Ribeiro, Sau.
PARMA: Mirante, Benalouane, Paletta, Coda, Rosi, Parolo, Valdes, Ampuero, Gobbi, Biabiany, Amauri.

PRONOSTICO: 2-1