Per Barcellona e Real Madrid due trasferte (facili)

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Nella parte alta del campionato spagnolo è già finita da un pezzo: il Barcellona ha praticamente già vinto, ha tredici punti di vantaggio sul Real Madrid, che ne ha tre di vantaggio sull’Atletico. Sul “podio” arriveranno queste tre, con l’unico dubbio sul secondo posto (ma in Spagna, a qualificarsi per la Champions senza preliminari, sono comunque le prime tre). Le uniche due parti della classifica in cui ancora si gioca per qualcosa sono l’Europa e la salvezza. È una considerazione da tenere a mente perché anche in Spagna, come in tutti i campionati del mondo, comincia ad avvicinarsi quel periodo dell’anno in cui le “motivazioni” non sono per tutti le stesse. Sì ma mancano ancora otto giornate, non è un po’ presto per fare ‘sti discorsi? Forse. E però dipende già molto dalla posizione delle due squadre che si affrontano. Per esempio il Levante è a metà classifica con 40 punti, distante sette punti (troppi) dalla zona Europa ma abbastanza sicuro di non retrocedere; il Deportivo invece deve tirarsi fuori dal fondo e ce la sta mettendo tutta (tre vittorie consecutive). Quindi cominciamo proprio da questa.

Levante – Deportivo La Coruna | Sabato ore 18:00

Forse anche per questo, il Levante ne ha presi cinque dal Real Madrid la settimana scorsa: di sicuro non era la partita della vita, malgrado quel vantaggio iniziale col gol di Michel, in un Bernabéu incredulo. Rientra Navarro, che è sicuramente il migliore insieme a Iborra e Juanfran. Di Acquafresca parlavamo l’altra volta e dicevamo che deve dare un po’ di più, se vuol fare buona impressione in Spagna. Il Deportivo – che sembrava spacciato a tutti, a cominciare da noi – ha messo invece nove punti di fila, tre vittorie fondamentali che non ci credevano manco loro (fino a un mese fa, tre vittorie le avevano messe insieme in 27 giornate). Fondamentali perché arrivati contro avversarie dirette per la salvezza: Celta Vigo, Maiorca e Saragozza. E ben nove gol segnati, subendone cinque: gran belle partite, senza paura, tutti avanti e chíssene (e infatti il Depor ha la peggior difesa del campionato: 63 gol subiti). Dovrebbe scendere in campo la stessa formazione delle ultime settimane con l’unico dubbio su Riki, il goleador del Deportivo (12 gol), che comunque dovrebbe farcela.

In condizioni normali è partita da 1 fisso, ma stavolta potrebbe uscirne il classico pareggio che mette tutti d’accordo. E l’atteggiamento molto spregiudicato del Deportivo degli ultimi tempi – che ormai davvero non ha più niente da perdere – fa pensare a un pareggio con gol, molti gol. Williamhill quota il pareggio a 3.30 e Paddypower quota l’OVER (più di due gol) a 2.10.

Probabili formazioni:
LEVANTE: Munua, Juanfran, Navarro, Ballesteros, Lell, Diop, Iborra, Garcia, Michel, Rios, Acquafresca.
DEPORTIVO: Aranzubia, Pablo, Marchena, Aythami, Silvio, Dominguez, Aguillar, Gama, Valeron, Pizzi, Riki.

PRONOSTICO: 2-2
Espanyol – Valencia | Sabato ore 20:00 (diretta tv)

Qui la situazione è un po’ diversa. Real Sociedad, Valencia, Malaga e Betis sono in quattro punti e tutte in piena lotta per il quarto posto (che dà accesso ai preliminari di Champions della prossima stagione). Il Malaga ha perso un’importante occasione proprio la settimana scorsa, perdendo 4-2 lo scontro diretto contro la Real Sociedad (che invece sta andando come un treno ed è ora quarta: imbattuta da dodici giornate e “corsara” perfino nell’inespugnabile Vicente Calderón, dove ha sconfitto l’Atletico 1-0). Chi ci crede ancora è il Valencia, che spera di far punti e approfittare di un eventuale battuta di arresto della Real Sociedad, impegnata in una trasferta difficile contro il Rayo Vallecano. E però sarà molto difficile anche la trasferta del Valencia perché giocherà contro l’Espanyol, ex ultima della classe, risalita dalla ventesima alla dodicesima posizione dopo l’arrivo di Javier Aguirre a dicembre scorso, allenatore già ovviamente confermato per la prossima stagione.

L’Espanyol è al completo, eccetto Longo che si è lussato la spalla la settimana scorsa ed è provvisoriamente rientrato a Milano per le visite mediche. Anche il Valencia non ha infortunati e, nonostante il rientro del titolare Ricardo Costa, probabilmente in difesa continuerà a schierare questo gigante francese che si chiama Jeremy Mathieu e sta facendo bene. È probabile che il Valencia riesca alla fine a spuntarla di misura (vincente a 2.40 su Williamhill), anche perché i tre punti sono indispensabili: i due prossimi impegni sono scontri diretti, prima il Malaga e poi la Real Sociedad.

Probabili formazioni:
ESPANYOL: Casilla, Capdevilla, Moreno, Colotto, Lopez, Baena, Forlin, Simao, Verdu, Stuani, Garcia.
VALENCIA: Guaita, Pereira, Rami, Mathieu, Guardado, Costa, Parejo, Feghouli, Canales, Jonas, Soldado.

PRONOSTICO: 1-2
Saragozza – Barcellona | Domenica ore 19:00 (diretta tv)

Il Saragozza ora come ora è la prima squadra “in salvo” ma è messa molto molto male: non si vede una vittoria in campionato da dicembre dell’anno scorso e la scorsa settimana è arrivata la mazzata contro il Deportivo, che è la prima delle inseguitrici e ora dista solo un punto. Ora tutto ci voleva tranne il Barcellona, che per quanto “sazio” e demotivato rischia di farti 5 gol tanto per dare almeno un po’ di spettacolo al depressissimo pubblico dello stadio “La Romareda”. In questi casi non si può manco sperare nella stanchezza, perché se non gioca Messi – come è probabile che non giochi – gioca comunque Fabregas (tripletta la settimana scorsa); e se fai riposare Pedro e Xavi, ci sono pronti Sanchez (ehm, doppietta la settimana scorsa) e Thiago. Insomma ‘sta gente non aspetta altro che una partita da giocare dal primo minuto per fare tre gol ciascuno invece che uno a testa (Fabregas marcatore è a 2.00 su Williamhill). Nel Saragozza peraltro è squalificato il terzino destro titolare (Abraham) e forse il centrocampista Apoño non ce la fa a recuperare da un infortunio. L’OVER 3,5 (più di tre gol) è 2.50 sempre su Williamhill.

Probabili formazioni:
SARAGOZZA: Roberto, Paredes, Gonzalez, Loovens, Sapunaru, Romaric, Movilla, Montanes, Rodriguez, Oriol, Postiga.
BARCELLONA: Valdes, Alves, Bartra, Piqué, Alba, Iniesta, Busquets, Alcántara, Sánchez, Fabregas, Villa.

PRONOSTICO: 0-4
Athletic Bilbao – Real Madrid | Domenica ore 21:00 (diretta tv)

Questa poteva essere una di quelle partite in cui il Real Madrid un po’ assonnato versione Liga 2012/2013 lasciava punti – comunque inutili – per strada. Perché giocare allo stadio “San Mamés” è da sempre molto difficile, a prescindere dalla posizione in classifica dell’Athletic Bilbao (che è a +9 dalla zona salvezza e di salvare si salverà, ma quest’anno non è andato benissimo). Quindi sarebbe stata una di quelle partite che il Real addirittura riesce a perdere, tipo 1-0, ma il punto è che la settimana scorsa il Bilbao non solo ha perso – a Siviglia, 2-1 – ma ha pure chiuso la partita con sei ammoniti, di cui tre diffidati, e un espulso per doppia ammonizione (Aymeric Laporte, “promettente” diciottenne francese: era appena entrato, ci ha messo tre minuti a farsi buttare fuori). Morale: ora chi diavolo scende in campo contro il Real Madrid? Son quasi tutte assenze pesanti in difesa, peraltro. L’unica buona notizia è che per via di questa oggettiva situazione di emergenza dovrebbe giocare dal primo minuto Llorente, prossimo attaccante della Juventus, che i suoi gol alle grandi comunque li fa.

Che poi per il Bilbao s’era messa pure bene. Il Real sarebbe arrivato stanco e appagato per la qualificazione alle semifinali di Champions; invece c’è da credere che quei tre gol del Galatasaray in Champions abbiano talmente fatto incazzare Mourinho che il primo che dovesse fare un errore domenica sera ha finito di giocare per il resto della stagione. Intanto rimbalzano dalla Spagna le consuete indiscrezioni sull’addio certo di Mourinho, che lo avrebbe già comunicato a Florentino Perez.

Nel Real Madrid Modrić e Varane dovrebbero riposare, mentre dovrebbero tornare in campo Xabi Alonso e Sergio Ramos, che in coppa non avevano giocato per squalifica (all’andata contro il Galatasary – con la qualificazione ormai quasi assicurata – si erano fatti dare delle ammonizioni molto dubbie, forse per azzerare il conteggio dei gialli in vista delle semifinali). Vale lo stesso discorso fatto per le seconde linee del Barcellona: in queste squadre quelli che di solito non giocano non sono molto meno forti di quelli che di solito giocano. L’OVER 3,5 più alto è di Eurobet: 2.30. Lì davanti il Real giocherà con Benzema e Kakà, con Callejón e il solito Cristiano Ronaldo sulle fasce. Ah, e per la serie “gente che esiste davvero”, chiudiamo con il video scemo della settimana: Cristiano Ronaldo incontra e fa felice il suo giovane sosia turco.

Probabili formazioni:
ATHLETIC BILBAO: Iraizoz, Castillo, Aurtenetxe, Ekiza, Iraola, José, Iturraspe, Muniain, Ander, Susaeta, Llorente.
REAL MADRID: Lopez, Arbeloa, Ramos, Pepe, Marcelo, Xabi Alonso, Khedira, Callejon, Kakà, Ronaldo, Benzema.

PRONOSTICO: 2-4