Genoa-Sampdoria, Torino-Roma e Parma-Udinese

Serie A
GENOA – SAMPDORIA | domenica ore 15:30

Il sogno della Sampdoria e dei suoi tifosi è quello di restituire il dispetto di due stagioni fa, quando la vittoria del Genoa nel derby di ritorno diede la spinta definitiva alla retrocessione in Serie B della squadra blucerchiata. Proprio per questo motivo e per la classifica deficitaria ad avere più paura di perdere questa partita sarà proprio il Genoa.

Sul piano tattico sarà difficile vedere tanti gol e spettacolo in questa partita. Tutte e due le squadra giocano con tre difensori centrali che non oltrepassano mai la linea di centrocampo se non sui calci piazzati, cinque centrocampisti a testa e soltanto due attaccanti. Nel Genoa con Borriello c’è Jankovic che agirà in una posizione più arretrata come farà dall’altra parte Eder con Icardi. Capirete che in queste condizioni fare gol su azione – soprattutto nel primo tempo quando tutti i giocatori in campo baderanno a seguire le indicazioni dei rispettivi allenatori –, sarà davvero difficile. E se non ci sarà il classico “tiro della domenica”, un rigore, una punizione o altre cose così è molto probabile che il primo tempo finisca 0-0 per poi vedere cosa succederà nella ripresa, e non è detto che il gol arrivi. L’under 1.5 nel primo tempo è a quota 1.30, il pareggio nel primo tempo a 2.30.

Sarà sicuramente una partita molto nervosa, più teso sarà però il Genoa che non può permettersi di perdere. Se qualcosa dovesse andare storto, qualche giocatore potrebbe perdere la testa. In una partita come questa prevedere quale squadra riceverà più cartellini gialli è molto difficile, ma a partire da questa considerazione potrebbe essere il Genoa che è la squadra che ha subito più ammonizioni in casa in questo campionato, mentre la Sampdoria con l’Inter è tra le meno sanzionate. Genoa con più cartellini gialli a quota 2.25 su Paddypower.

Probabili formazioni:
GENOA: Frey, Granqvist, Portanova, Manfredini, Cassani, Bertolacci, Matuzalem, Antonelli, Vargas, Jankovic, Borriello.
SAMPDORIA: Romero, Gastaldello, Palombo, Costa, De Silvestri, Obiang, Krsticic, Poli, Estigarribia, Eder, Icardi.

PRONOSTICO: 0-0
TORINO – ROMA | domenica ore 15:00

Quattro partite di fila con il segno “under” da parte della Roma nessuno le avrebbe pronosticate ad inizio stagione, perché in panchina c’era Zeman. Con Andreazzoli che ha sostituito l’allenatore boemo dopo la sconfitta dell’Olimpico contro il Cagliari qualcosa è cambiato nell’impostazione tattica, ma non la tenuta difensiva della squadra quando gioca in trasferta (otto gol in quattro partite, due in media ogni novanta minuti). E così questa serie di “under” probabilmente si interromperà nella partita in casa del Torino, squadra che ha un buon vantaggio sulla zona retrocessione ma che ha un calendario tremendo visto che giocherà – dopo questa partita – contro Fiorentina, Milan e Juventus, tre partite potenzialmente da zero punti.

Difesa a tre o a quattro, con Torosidis e Marquinho esterni bassi la Roma rischia tantissimo sulle fasce contro il Torino che da quelle parti fa sviluppare maggiormente il suo gioco con Santana e soprattutto Cerci che potrebbe fare un partitone e anche segnare (quota 3.50). È anche vero però che la difesa del Torino nelle ultime partite è andata spesso in crisi, prendendo quattro gol da Cagliari e Parma, cinque dal Napoli e due dal Bologna.

Entrambe le squadre a segno a quota 1.56, “over” a 1.80 su Paddypower che per questa partita propone anche il Power Bonus con rimborso sulle puntate in singola perdenti su risultato esatto, primo marcatore e parziale primo tempo/finale giocate tramite dispositivo mobile se Totti segnerà per ultimo.

Formazioni ufficiali:
TORINO: Gillet; Darmian, Ogbonna, Glik, Masiello; Gazzi, Vives; Cerci, Meggiorini, Bianchi, Santana.
ROMA: Stekelenburg, Piris, Burdisso, Castan, Balzaretti, Pjanic, Bradley, Perrotta, Lamela, Osvaldo, Dodò.

PRONOSTICO: 2-2

PARMA – UDINESE | domenica ore 15:00

Il Parma ha dimostrato l’anno scorso – vincendo tutte le ultime sette partite pur essendo salvo e senza potere raggiungere l’Europa – di essere squadra che onora il campionato fino alla fine, e lo ha confermato nell’ultimo turno in cui è andato a giocare spavaldo in casa del Siena tenendo maggiormente il possesso del pallone contro una squadra che aveva bisogno della vittoria per la salvezza. In casa poi il campionato del Parma è stato molto positivo, ha perso soltanto due volte vincendo otto partite. A favorire la squadra di Donadoni contro l’Udinese ci sono le assenze nella squadra avversaria di Benatia e Di Natale. Il primo è la guida in campo della difesa, il secondo oltre ad essere il capocannoniere è capitano vero, che chiede sempre massima concentrazione ai compagni nel corso della partita, richiamandoli ad ogni minima pausa. Insomma uno di quei compagni che a calcetto non vorreste mai avere, ma che poi alla fine se avete vinto la partitella è anche merito suo. Di Natale non ha giocato 4 partite quest’anno, e l’Udinese di queste quattro due le ha perse e due pareggiate segnando in totale solo due gol.

La vittoria del Parma è a quota 2.00 su Paddypower, tra i possibili marcatori attenzione al possibile rientro da titolare di Belfodil a quota 3.20. Se il Parma vorrà fare cassa con la cessione del giovane attaccante francoalgerino, in queste partite restanti Belfoldil dovrà arrivare almeno a 12 gol (al momento è a quota 7).

Formazioni ufficiali:
PARMA: Mirante; Santacroce, Paletta, Lucarelli; Rosi, Biabiany, Valdes, Marchionni, Gobbi; Amauri, Sansone.
UDINESE: Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Allan, Lazzari, Gabriel Silva; Pereyra, Zielinski; Muriel.

PRONOSTICO: 2-1