Il Rimini vuole tirarsi fuori dai guai

Lega Pro

Sono promosse in Prima Divisione tre squadre per ciascun girone: la prima e la seconda classificata direttamente, più la vincitrice dei playoff, che sono degli spareggi che riguardano le squadre classificate dal terzo al sesto posto. La 3ª classificata affronta la 6ª e la 4ª gioca contro la 5ª: gara di andata giocata in casa della peggio classificata, in caso di parità di punteggio dopo 180 minuti passa la squadra che ha il miglior piazzamento in classifica. Le vincenti si giocano la promozione, con gara di andata sul campo della peggio piazzata in campionato: con risultato di parità si giocano i tempi supplementari, e nel caso in cui il pareggio persista anche al termine di questi, viene promossa la meglio classificata.

Retrocedono in Serie D nove formazioni: le ultime tre di ciascun girone retrocedono direttamente, la quartultima e la quintultima giocano un play-out in cui la perdente retrocede. Successivamente, le vincitrici dei play-out disputano un ulteriore spareggio finale per decidere l’ultima retrocessione. Per le situazioni di pareggio si seguono gli stessi criteri dei play-off.

Bellaria – Venezia | domenica ore 15:00

L’incredibile serie di vittorie che ha riportato il Venezia in zona playoff si è interrotta con il pareggio pieno di gol contro il Bassano. Ma la crescita del Venezia non è in discussione. La promozione diretta è lontana sei punti, un po’ difficili da recuperare in sei partite. Ma ancora è tutto possibile e Godeas e compagni puntano a vincere parecchie partite per arrivare se non al secondo posto comunque piazzata nella migliore posizione possibile per i playoff. Sulla strada del Venezia c’è il Bellaria che ancora non è salvo – seppure quasi tranquillo con quattro punti di vantaggio sulla quintultima posizione – e che nelle ultime 5 partite è imbattuto: 3 vittorie e due pareggi. Il Venezia ha il miglior rendimento in trasferta di tutto il campionato e potrebbe vincere. La doppia chance esterna (vittoria del Venezia o pareggio) appare molto probabile.

PRONOSTICO: 1-2
Pro Patria – Santarcangelo | domenica ore 15:00

La Pro Patria rischia di perdere il primo posto in classifica, ma quasi certamente non la promozione, visto l’ampio vantaggio che ha sulla terza in classifica e cioè sette punti. Nelle ultime settimane il rendimento della squadra di Busto Arsizio non è stato all’altezza della prima parte del campionato: solo una vittoria nelle ultime cinque partite. Al contrario il Santarcangelo, che si gioca la salvezza diretta senza passare dai playout, ha perso solo una volta nelle ultime 5 gare. E il Santarcangelo, che ha nell’attaccante Anastasi – già a segno 14 volte in questa stagione – un giocatore molto pericoloso, potrebbe segnare un gol perché la Pro Patria sarà priva di due difensori centrali squalificati, Nossa e Botturi.

PRONOSTICO: 2-1

Forlì – Monza | domenica ore 15:00

Forlì e Monza hanno ancora un obiettivo da raggiungere: un posto nei prossimi playoff. Al momento è sicuramente in vantaggio il Monza, che ha tre punti in più e un rendimento migliore nelle ultime giornate visto che il Forlì è crollato, vincendo vinto infatti solo una volta nelle ultime 5 partite allontanandosi dalle prime posizioni. Meglio il Monza, allora, che arriva da una lunga serie di vittorie consecutive e che sembra aver trovato il modulo giusto per finire alla grande il campionato. Il Monza all’andata vinse tre a zero, e la buona notizia sul fronte societario con l’arrivo possibile di un nuovo proprietario potrebbe motivare ancora di più i giocatori allenati da Tonino Asta, ex esterno del Torino in Serie A da giocatore.

PRONOSTICO: 0-1
Rimini – Mantova | domenica ore 15:00

Tra il Rimini e il Mantova è la squadra che giocherà in casa quella che ha maggiore bisogno di fare punti. Il Mantova ha 40 punti in classifica, la permanenza in questa categoria è ormai ottenuta e i playoff sono difficili da raggiungere non tanto per il distacco di punti in classifica quanto per la forza delle altre squadre. Il Rimini invece deve vincere a tutti i costi, perché almeno vuole mettere in cassaforte la disputa dei playout e non rischiare la retrocessione diretta. Il Rimini tra l’altro non perde in casa da inizio gennaio e potrebbe approfittare dell’aiuto dei suoi tifosi per ottenere la vittoria. Da qui alla fine del campionato il Rimini dovrà giocare in casa quattro partite su sei, e un motivo in più per credere nella possibilità di evitare i playout è il fatto che l’allenatore D’Angelo ha tutti i giocatori della sua rosa a disposizione.

PRONOSTICO: 1-0