L’Argentina è prima nel girone sudamericano

Nel girone sudamericano di qualificazione ai mondiali ci sono nove squadre (il Brasile si è qualificato di diritto in quanto nazionale ospitante) che giocano un girone all’italiana con partite di andata e ritorno. Si qualificano le prime quattro, la quinta farà lo spareggio con altre tre squadre (quinta classificata nella quinta fase della AFC), quarta classificata nella quarta fase della CONCACAF e la vincitrice della terza fase OFC. La classifica attuale del girone sudamericano è questa: Argentina 20, Ecuador 17, Colombia 16, Venezuela 12, Uruguay 12, Cile 12, Bolivia 8, Perù 8, Paraguay 7. La Colombia ha una partita in meno.

COLOMBIA – BOLIVIA | venerdì ore 21:00

La posizione in classifica della Colombia nel girone di qualificazione ai mondiali è da invidiare. Ancora il cammino è lungo e non si può affermare che si sia già qualificata, ma ha ottime possibilità di farcela. Soprattutto se riuscirà a fare bottino pieno contro la Boliva che, con soli 8 punti in classifica, è invece molto vicina all’eliminazionae. Del resto, ci sono squadre più attrezzate e giocare in altura a La Paz non sempre aiuta. Perché poi ci sono delle durissime trasferte da affrontare. Proprio come quella nello stadio “Metropolitano” di Barranquilla contro la Colombia allenata da Pekerman, tecnico che è uno dei grandi artefici dei successi dei questa squadra. È anche vero che quando hai in squadra uno come Falcao (marcatore a quota 1.95 su Eurobet) viene tutto più semplice. La quota di Paddy Power per la vittoria della Colombia è 1.20.

Probabili formazioni:
COLOMBIA: David Ospina, Camilo Zúñiga, Carlos Valdés, Mario Yepes, Pablo Armero, Macnelly Torres, Juan Cuadrado, Abel Aguilar, James Rodríguez, Radamel Falcao, Jackson Martínez.
BOLIVIA: Carlos Arias; Rony Jiménez, Edward Zenteno, Luis Gutiérrez, Marvín Bejarano; Ignacio García, Walter Veizaga, Alejandro Chumacero, Rudy Cardozo; Marcelo Martins Moreno, Carlos Saucedo.

PRONOSTICO: 3-1
URUGUAY – PARAGUAY | venerdì ore 23:00

O la va o la spacca. L’Uruguay è obbligato a vincere contro il Paraguay, altrimenti saranno guai. La squadra di Tabarez si gioca il quarto posto con Venezuela e Cile, due squadre che mettono in pericolo la sua qualificazione a Brasile 2014. La nazionale “Celeste” (così soprannominata per il colore della sua maglia= finora non è riuscita a brillare, complice anche un mancato ricambio generazionale e alcune scelte di Tabarez che non hanno convinto. Quali? Ad esempio quella di convocare Forlan. L’ex interista, 34 anni, costringe di fatto Cavani a giocare attaccante esterno e a snaturare il gioco di Suarez, stella del Liverpool. Dai nomi citati si può capire come comunque il potenziale offensivo dell’Uruguay sia enorme e a questo giro Forlan dovrebbe partire dalla panchina. Nella gara d’andata disputata in Paraguay, la formazione di casa ha acciuffato con Ortiz allo scadere l’Uruguay passato in vantaggio con Forlan. Partita che si preannuncia equilibrata, perché il Paraguay è squadra molto solida. Ma in trasferta fare bene in Sudamerica è sempre difficile, figuriamoci quando c’è anche un divario tecnico da colmare. Attenzione a Suarez, marcatore a quota 2.75 su Eurobet.

Probabili formazioni:
URUGUAY: Fernando Muslera, Maximiliano Pereira, Diego Lugano, Diego Godín, Álvaro Pereira, Álvaro González, Diego Pérez, Nicolás Lodeiro, Cristian Rodríguez, Edinson Cavani, Luis Suárez.
PARAGUAY: Diego Barreto, Iván Piris, Paulo da Silva, Pablo Aguilar, Miguel Samudio; Víctor Ayala, Fidencio Oviedo, Cristian Riveros, Richard Ortiz; Óscar Cardozo, Nelson Haedo Valdez.

PRONOSTICO: 2-1

ARGENTINA – VENEZUELA | sabato ore 01:00

Il Venezuela è senza dubbio tra le squadre rivelazione delle qualificazioni sudamericane. Questo soprattutto grazie alla guida del commissario tecnico Farias, uno che ama guidare le sue squadre alla Mourinho, con pregi e difetti del caso. Ma i risultati gli stanno dando ragione, il Venezuela è quarto e si sta giocando alla grande la possibilità di andare in Brasile. Certo che questa partita sembra proibitiva, perché quando si va a giocare in Argentina è già complicato anche strappare un punto. Figuriamoci se poi c’è anche un certo Messi che è tornato a giocare da fenomeno qual è. Di solito si afferma che Messi in nazionale non si esprime mai come nel Barcellona, e magari un pizzico di verità c’è, ma uno come lui fa sempre la differenza. L’Argentina non ha assilli di classifica, è prima con 20 punti e con l’aereo già in partenza per Brasile 2014. Del resto vi immaginate un mondiale senza l’Argentina? C’è però da vendicare il ko dell’andata. Al momento infatti il Venezuela è l’unica formazione ad aver sconfitto l’Argentina in queste qualificazioni mondiali.

Probabili formazioni:
ARGENTINA: Sergio Romero, Pablo Zabaleta, Federico Fernández, Ezequiel Garay, Marcos Rojo, Fernando Gago, Javier Mascherano, Ever Banega, Lionel Messi, Gonzalo Higuaín, Ezequiel Lavezzi.
VENEZUELA: Daniel Hernández; Alexander González, Oswaldo Vizcarrondo, Andrés Túñez, Gabriel Cichero; César González, Tomás Rincón, Franklin Lucena, Juan Arango; Josef Martínez, Salomón Rondón.

PRONOSTICO: 2-0
PERU – CILE | sabato ore 03:00

Il Perù ormai ha poche possibilità di ottenere la qualificazione per Brasile 2014. Ha solo 8 punti in classifica e davanti ha squadre sicuramente più attrezzate. Una di queste è proprio il Cile, che si gioca il quarto posto insieme a Venezuela e Uruguay e dunque è obbligato a vincere per cercare di rimanere agganciato, o superare, le altre pretendenti. La sfida d’andata è finita con un netto 4-2 a favore del Cile, ma stiamo comunque parlando di un match che si è giocato alla fine del 2011. Il Cile ha sicuramente qualche freccia in più nel suo arco. Giocatori che possono fare la differenza. Alexis Sanchez ad esempio. L’ex Udinese, una delle stelle del Barcellona, è un uomo gol di spessore. Edu Vargas, meteora a Napoli ma pur sempre un giovane di gran talento. Poi ci sono anche Carmona dell’Atalanta e Mati Fernandez (infortunato) della Fiorentina, senza dimenticare Isla, esterno destro della Juventus che ha anche il giocatore al momento più forte di questa nazionale – Vidal – che però salterà questa partita per squalifica. Il tecnico Sampaoli – per la sfida con il Perù che viene definita come il “Clasico del Pacifico” – punta forte sul blocco dell’U. de Chile.

Probabili formazioni:
PERU: Raúl Fernández; Roberto Guizasola, Santiago Acasiete, Alberto Rodríguez, Yoshimar Yotún; Carlos Lobatón, Rinaldo Cruzado, Luis Ramírez, Paolo Hurtado; Jefferson Farfán, Claudio Pizarro.
CILE: Claudio Bravo, Mauricio Isla, Marcos González, José Rojas, Eugenio Mena, Gary Medel, Charles Aránguiz, Carlos Carmona, Eduardo Vargas, Alexis Sánchez, Jean Beasejour.

PRONOSTICO: 1-2