L’Olanda è a punteggio pieno


Per le qualificazioni le 53 squadre Uefa sono divise in 9 gruppi, e solo 13 di esse prenderanno parte al mondiale 2014 in Brasile. Ci sono 8 gruppi da 6 squadre e uno (il gruppo I) da 5 squadre. Si qualificheranno al mondiale i vincitori di ogni gruppo, mentre le migliore 8 seconde classificate disputeranno degli spareggi e solo le vincenti otterranno il pass per i mondiali. Dato che nel gruppo I c’è una squadra in meno rispetto agli altri gironi, le partite contro le squadre classificatesi al sesto posto degli altri gironi non sono valide per il conteggio dei punti delle migliori seconde squadre.

Questa la classica attuale del girone D: Olanda 12 (4), Ungheria 9 (3), Romania 9 (3), Turchia 3 (4), Estonia 3 (4), Andorra 0 (4). Tra parentesi il numero di partite giocate.

ANDORRA – TURCHIA | venerdì ore 19:15

Una delle squadre più deludenti dei gironi europei di qualificazione ai mondiali è la Turchia che ha totalizzato appena tre punti su quattro partite. Brasile 2014 è ormai un miraggio, c’è da ritrovare prima di tutto il gioco e quell’identità guerriera che è mancata negli ultimi tempi. Eppure il calcio turco è in crescita come dimostra la qualificazione ai quarti di finale di Champions League del Galatasaray. L’attaccante Burak Yilmaz ha segnato otto gol su otto partite in Champions League ed è il principale candidato a segnare contro Andorra a secco di gol nelle ultime 5 partite ufficiali e che perde da 16 partite nelle qualificazioni ai mondiali. Fondamentale il ritorno di Nuri Sahin che al Borussia Dortmund sta tornando il regista distributore automatico di passaggi precisi ammirato due stagioni fa. E poi c’è Arda Turan, uno dei segreti del successo dell’Atletico Madrid di Simeone.

Il segno “over” (almeno tre gol complessivi nel corso della partita) è a quota 1.55 su Eurobet.

Probabili formazioni:
ANDORRA: Jose Antonio, Adri, İlde Lima, Marc Vales, Marc Garcia, Ayala, Marcio, Cristian, Ludo, Sebas, Fernando Silva.
TURCHIA: Volkan, Gökhan, Bekir, Semih, Hasan Ali, Nuri Sahin, Selçuk, Kerim, Arda Turan,Burak, Umut.

PRONOSTICO: 0-3
UNGHERIA – ROMANIA | venerdì ore 20:30

La sconfitta all’esordio contro l’Olanda (1-4) aveva fatto pensare ad un percorso disastroso dell’Ungheria nel girone D di qualificazione ai mondiali. E invece nelle due successive partite sono arrivate due vittorie e un pareggio e la qualificazione agli spareggi è possibile grazie anche al crollo della Turchia. Decisiva sarà questa partita contro la Romania, che ha nove punti in classifica proprio come la Turchia. Sarà partita molto tesa, difficile attendersi molti gol anche perché si giocherà a porte chiuse.

La Romania ha un’ottima difesa con l’emergente Chiriches – inseguito dai top player europei – più gli “italiani” Goian, Papp e Radu, senza dimenticare l’affidabilità del terzino sinistro dello Shakhtar Donetsk Rat.

I problemi sono in attacco dove si continua a fare affidamento al 34enne Mutu perché non ci sono ancora eredi alla sua altezza. Sta messa meglio l’Ungheria nel reparto offensivo. C’è Szalai, un colosso di 193 centimetri con all’attivo 12 gol in 25 partite stagionali di Bundesliga. Uno che in passato per le sue qualità è stato anche al Real Madrid da giovane. Al suo fianco Dzsudzsák, che gioca nella Dinamo Mosca, e alle loto spalle il trequartista Hajnal, uno che i suoi gol in carriera li ha sempre fatti.

Probabili formazioni:
UNGHERIA: Bogdán, Vanczák, Korcsmár, Mészáros, Kádár, Pintér, Varga J., Koman, Hajnal, Dzsudzsák, Szalai.
ROMANIA: Tatarusanu, Tamas, Goian, Chiriches, Rat, Bourceanu, Pintilii, Torje, Grozav, Tanase, Mutu.

PRONOSTICO: 1-1
OLANDA – ESTONIA | venerdì ore 19:00

L’Olanda – come spesso le capita Europei o Mondiali che siano – sta mantenendo un percorso netto nel suo girone di qualificazione. Non solo ha vinto tutte e quattro le partite giocate finora, ha sempre terminato anche il primo tempo in vantaggio. Molto probabilmente andrà così anche contro la modesta Estonia. La quota più alta per l’1/1 parziale/finale è l’1.32 di Paddypower.

Come possibile marcatore attenzione a Van Persie (quota 1.30 su Paddypower) che è a due gol dal record di 33 gol fatti con la maglia dell’Olanda dal leggendario Johan Cruyff.

Probabili formazioni:
OLANDA: Stekelenburg, Janmaat, De Vrij, Martins Indi, Blind, De Guzman, Sneijder, Strootman, Lens, Van Persie, Robben.
ESTONIA: Pareiko, Jaager, Morozov, Klavan, Teniste, Puri, Vunk, Vassiljev, Kink, Lindpere, Oper.

PRONOSTICO: 4-0

Questa la classica attuale del girone E: Svizzera 10, Norvegia 7, Albania 6, Islanda 6, Slovenia 3, Cipro 3.

SLOVENIA – ISLANDA | venerdì ore 19:00

La Slovenia è in crisi. Dopo la qualificazione per i mondiali del 2010 e l’esplosione di tanti giovani calciatori (Kurtic, Ilicic, Bacinovic, Lazarevic) che sono venuti a ben figurare anche nella Serie A italiana, qualcosa si è rotto nell’incantesimo. Appena tre punti nelle prime quattro partite di qualificazione ai mondiali e Brasile 2014 che appare già come un miraggio. Il nuovo allenatore – sebbene si tratti di un ritorno – è Katanec che ancora non ha risolto i problemi di questa squadra, come si è intuito nell’ultima amichevole persa malamente 3-0 in casa contro la Bosnia.

L’Islanda – a parte Sigthórsson e Sigurdsson – non è che abbia poi grandi prospetti. E nella Slovenia in porta c’è Samir Handanovic che in questa stagione ha dimostrato di essere stato il migliore portiere della Serie A con Buffon. Partita in cui non dovrebbero vedersi tanti gol, il segno “under” (meno di tre gol complessivi nella partita) è a quota 1.60 su Eurobet.

Probabili formazioni:
SLOVENIA: S. Handanović, Brečko, Ilić, Cesar, Jokić, Radosavljević, Kurtić, Krhin, Birsa, Ljubijankić, Novaković.
ISLANDA: Halldorsson, Sävarsson, Ottesen, A. Skulason, R. Sigurdsson, Gunnarsson, Danielsson, Bjarnasson, Hallfredsson, G. Sigurdsson, Finnbogason.

PRONOSTICO: 0-0
NORVEGIA – ALBANIA | venerdì ore 20:45

L’allenatore dell’Albania è italiano e si chiama Gianni De Biasi. Lo ricorderete al Torino, anche se l’ultima squadra di Serie A che ha allenato è stata l’Udinese. Dal dicembre del 2011 è alla guida di questa nazionale che ha ben pochi talenti, ma i risultati fin qui non sono stati troppo negativi grazie anche alla sua sapienza tattica. Un 4-4-2 tradizionale con il laziale Cana a comandare la difesa. In Norvegia l’Albania andrà a fare partita difensiva, e grazie anche all’attaccante Cani (192 cm) e all’altro difensore Mavraj (189 cm) nel gioco aereo potrà opporsi ai norvegesi che fanno sempre delle palle inattive una delle loro armi principali. Norvegia favorita (quota 1.44 su Williamhill) ma non sarà una passeggiata.

Probabili formazioni:
NORVEGIA: Rune A. Jarstein, Vegar Eggen Hedenstad, Brede Hangeland, Vegard Forren, John Arne Riise, Alexander Søderlund, Markus Henriksen, Håvard Nordtveit, Ruben Yttergard Jenssen, Tarik Elyounoussi, Mohammed Abdellaoue.
ALBANIA: Ujkani, Lila, Mavraj, Cana, Agolli, Roshi, Bulku, Basha, Vila, Cani, Bogdani.

PRONOSTICO: 1-0