Milan, ancora un gol per eliminare il Barcellona

Champions League

Nella fase ad eliminazione diretta di Champions League che parte – una volta terminati i gironi – con gli ottavi di finale, vengono disputate partite di andata e ritorno in cui ogni squadra gioca una volta in casa e una volta in trasferta. La squadra che segna il maggior numero di gol nell’arco delle due partite si qualifica al turno successivo. In caso di eventuale parità per determinare la vincitrice, si ricorre alla regola dei gol segnati in trasferta.
Se infatti la somma dei risultati, che viene definita risultato aggregato, è un pareggio, passa il turno la squadra che ha segnato più gol in trasferta. Se la somma dei risultati è un pareggio e le due squadre hanno segnato lo stesso numero di gol in casa e in trasferta, o non ne hanno segnato (è ad esempio il caso di due partite terminate 0-0), si ricorre ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore.


BARCELLONA – MILAN | martedì ore 20:45

Il Milan ha vinto contro ogni pronostico la partita di andata giocata in casa, e lo ha ha fatto con un risultato (2-0) davvero difficile da rimontare, soprattutto se poi nella partita in trasferta riesci a segnare un gol. Una vittoria inaspettata perché fino al 20 febbraio, giorno del trionfo di San Siro, il Barcellona non aveva mai mostrato i limiti e le difficoltà che sono invece poi venuti fuori proprio dopo quella sconfitta. Sarà utile ricordare cosa hanno fatto le due squadre dopo la partita di andata.

Tutte e due hanno incontrato avversari di alto profilo, e giocato partite ad alta intensità. Nell’ultimo turno di campionato – in cui il Barcellona ha tenuto a riposo parecchi titolari al contrario del Milan che però ha giocato venerdì e non sabato – hanno vinto tutte e due. Il Barcellona 2-0 contro il Deportivo la Coruna, il Milan con lo stesso risultato – ma in trasferta – si è sbarazzato del Genoa. In precedenza però Messi e compagni hanno perso due volte consecutivamente tra Coppa del Re e Liga contro il Real Madrid e vinto soffrendo parecchio (2-1) contro il Siviglia. Partite giocate molto male che per una volta sembrano avere abbassato l’autostima dei giocatori del Barcellona. Il Milan ha invece vinto tutte le partite tranne il derby in cui era passato in vantaggio dominando la partita per gran parte del tempo.

Rispetto alla partita di andata c’è il dubbio Xavi. Il centrocampista è stato convocato ma sarà in dubbio fino alla fine. È tornato disponibile invece Adriano. Il Milan ha perso Pazzini ma non è detto che l’attaccante avrebbe giocato in questa partita in cui servirà molta velocità nelle ripartenze.

Il Barcellona molto probabilmente vincerà questa sera. Va bene la crisi, e va bene che non sta giocando benissimo come in passato rendendo il possesso palla meno incisivo. Però resta la squadra più forte al mondo che sta vincendo a mani basse la Liga. E così il Milan dovrà fare massima attenzione difendendo bene, facendo massimo volume davanti l’area di rigore come all’andata, in cui Messi è stato sempre confinato fuori dalla stessa area di rigore. L’argentino soffre le difese delle squadre italiane. In campo europeo non ha mai segnato gol ad una squadra italiana su azione, soltanto tre ma tutti su calcio di rigore e la media gol complessiva è di 0.33 gol a partita contro l’1.48 da record che mantiene in Spagna. Un dato che deve fare riflettere. Il segreto di questa partita per il Milan sarà non tanto difendere bene ma non rinunciare a ripartire perché fare un gol è fondamentale. Segnando al Barcellona, gli spagnoli sarebbero poi costretti a vincere con tre gol di scarto (ad esempio 4-1) per passare il turno.

Ci sono alcune statistiche che confermano la possibilità per il Milan di qualificarsi ai quarti di finale. Il Barcellona non è mai riuscito a tenere la propria porta imbattuta al Camp Nou in Champions League nelle ultime sei partite in un turno ad eliminazione diretta, nonostante le quattro vittorie e due pareggi negli stessi incontri. Il Milan è sempre andato a segno al Camp Nou tranne che nella semifinale di ritorno del 2005/06. Il Milan ha ottenuto il passaggio del turno in 36 dei 41 doppi confronti nei quali aveva vinto la partita di andata in casa e in 12 dei 13 nei quali si era imposto 2-0. Il Barcellona al contrario è uscito vincitore solamente in 5 dei 12 doppi confronti in cui partivano da uno svantaggio di due o più gol.

Per quanto riguarda le formazioni, tanti dubbi anche da un punto di vista tattico su quella che sarà la formazione del Barcellona. Xavi è in precarie condizioni fisiche, in attacco ballottaggio tra Sanchez e Villa. Nel Milan tutto deciso, Boateng giocherà da falso centravanti, pronto ad indietreggiare e fare spazio ai tagli in profondità dei velocissimi El Shaarawy e Niang. Alla vigilia del turno precedente il veggente aveva mostrato i limiti in difesa del Barcellona.

Andando a guardare alcuni dei gol subiti dal Barcellona (contro Osasuna, Valencia e Granada), si scopre come arrivino da situazioni di gioco molto simili tra loro.

L’azione parte dalla fascia destra (per intenderci quella sinistra della difesa del Barcellona); cambio di gioco con l’esterno del tridente della squadra avversaria che si trova spesso libero sfruttando uno dei punti deboli in fase difensiva del Barcellona, che sono proprio i cambi di gioco. Soprattutto da destra verso sinistra, quando Dani Alves in costante proiezione offensiva, spesso non copre con il giusto rigore tattico i tagli in profondità degli avversari.

E nel tridente d’attacco del Milan a sinistra gioca proprio El Shaarawy, candidato numero uno a segnare con quota 3.40 (magari su un cambio di gioco da destra di Abate o Niang).

L’anno scorso al Camp Nou finì 3-1 per il Barcellona. Lo stesso risultato a questo giro qualificherebbe il Milan. Il Barcellona – come già scritto – dovrebbe vincere questa partita e la quota offerta da Paddypower è 1.33. Se poi non dovesse vincere, c’è il rimborso tramite il Power Bonus e se non sapete cos’è cliccate qui. E attenzione al bonus di benvenuto di Paddypower per i nuovi utenti che si registrano.

Il segno “gol” (entrambe le squadre a segno) è a 1.72, l’over a 1.40.

Formazioni ufficili:
BARCELLONA: Valdés, Dani Alves, Piqué, Mascherano, Alba, Busquets, Xavi, Iniesta, Pedro, Villa, Messi.
MILAN: Abbiati, Abate, Zapata, Mexès, Constant, Flamini, Ambrosini, Montolivo, Niang, Boateng, El Shaarawy.

PRONOSTICO: 3-1