Il Real Madrid in trasferta a Granada

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola
Osasuna – Celta Vigo | 16:00

L’Osasuna, la squadra più importante della città di Pamplona, è in Primera División da decenni ma quest’anno rischia seriamente la retrocessione. I bei tempi dei preliminari di Champions League (2006) sono ormai lontanissimi, visto che attualmente i rojillos – così chiamati per via dei colori della società – sono due punti sotto la quota salvezza. Saranno decisive le prossime due partite, entrambe contro rivali dirette: la prossima sarà contro il Maiorca, fuori casa, ma quella in cui è assolutamente indispensabile vincere è quella di oggi in casa contro il Celta Vigo, a quota 20 punti (contro i 18 dell’Osasuna). Mancherà il difensore centrale Alejandro Arribas, per il rosso rimediato contro il Barcellona la settimana scorsa. Il Celta Vigo invece ritrova il suo difensore venticinquenne Andres Tunez – che rientra dopo tre settimane lontano dai campi a causa di un infortunio alla coscia – ma è senza gli attaccanti Michael Krohn-Dehli e Augusto Fernandez, due assenze molto pesanti. Già son due squadre che segnano poco; se poi agli ospiti mancano pure i due attaccanti più importanti, alla fine potrebbe uscirne una vittoria risicata per l’Osasuna.

Probabili formazioni:
OSASUNA: Andrés, Damià, Flano, Rocha, Bertran, Loe, Lolo, Cuevas, Nino, Cejudo, Sola.
CELTA VIGO: Varas, Jonny, Cabrai, Tunez, Lago, Lopez, Oubina, Orellana, Bermejo, Pranjic, Chu-Young.

PRONOSTICO: 1-0
Getafe – Deportivo La Coruna | 18:00

Il Getafe viene dalla sconfitta pesante contro il Real (4-0) e ora le partite consecutive senza vittoria sono sette. Oggi pomeriggio arriva il Deportivo, ultimo in classifica, e questa striscia negativa potrebbe essere interrotta. Anzi dovrebbe, perché è vero che il Getafe sta a +8 dalla zona retrocessione ma se perdi un paio di scontri del genere, è un attimo e ti ritrovi a lottare anche tu in prossimità del fondo: la prima no, per niente, ma la seconda metà della classifica della Liga è maledettamente corta e affollata. Per i padroni di casa sono rientrati Lacen e Barrada dalla Coppa d’Africa (Marocco e Algeria sono già fuori) ma c’è qualche assenza in difesa per squalifica (Torres e Lopo). Anche il Deportivo ha parecchie assenze in difesa (Aythami, Carlos Marchena e Laure). Non segnano molti gol, ma ne prendono un sacco tutt’e due le squadre: il Getafe ha qualcosa in più – oltre che il supporto del pubblico – e un gol in più potrebbe riuscire a farlo, alla fine.

Probabili formazioni:
GETAFE: Moya, Sergio Escu, Rafa, Alexis, Valera, Lacen, Xavi Torres, Gavilan, Castro, Barrada, Alvaro.
DEPORTIVO: Aranzubia, Pablo, Aguilar, Castro, Ayoze, Bergantinos, Dominguez, Gama, Santos, Pizzi, Riki.

PRONOSTICO: 2-1
Espanyol – Levante | 20:00

A un certo punto del campionato l’Espanyol stava in fondo alla classifica. Poi sono arrivate vittorie e prestazioni convincenti contro avversarie dirette e adesso sta a +4 sopra la soglia retrocessione. Oggi mancheranno Lopez e Sanchez in difesa ma lì a centrocampo rientrerà Verdù, così Rodriguez sarà arretrato in difesa a destra. Di fronte ci sarà il Levante, che sulla carta è più forte, in lotta per un posto in Europa League e reduce dalla vittoria contro il Valladolid. Ma mancherà Ballesteros, difensore centrale titolare. L’unica punta resta Martins, ma il Levante ha preso in prestito dal Bologna il “nostro” Robert Acquafresca, che forse dovrebbe partire dalla panchina. Chi vincerà? In casa, ovvero al Cornellà-El Prat di Barcellona, l’Espanyol è una squadra molto difficile da battere. E il Levante fuori casa fa una fatica del diavolo (quattro sconfitte nelle ultime quattro trasferte). L’assenza di Ballesteros, che di solito gioca sempre, potrebbe portare un po’ di disordine lì in difesa.

Probabili formazioni:
ESPANYOL: Casilla, Capdevilla, Moreno, Colotto, Rodriguez, Baena, Forlin, Simao, Verdù, Stuani, Garcia.
LEVANTE: Munua, Lell, Rodas, Navarro, Juanfran, Iborra, Dlop, Zhaar, Barkero, Michel, Martins.

PRONOSTICO: 2-1
Granada – Real Madrid | 22:00

Il Real viene dall’1-1 al Bernabeu nella semifinale di Coppa del Re contro il Barcellona giocata mercoledì (partita non entusiasmante, a dire il vero) e dal 4 a 0 della scorsa settimana contro il Getafe. Le cose sembrano girare un po’ meglio, ultimamente, ma la partita in casa del Granada non è da sottovalutare e forse dirà veramente se il Real “è tornato” oppure no. Perché al di là della prevedibile stanchezza fisica dei giocatori bisognerà testare la tenuta psicologica dopo questa lunga serie di impegni consecutivi. Non ci sarà Ozil, squalificato, quindi Modric partirà un po’ più avanti, con Khedira e Xabi Alonso alle sue spalle; lì davanti, come sempre, Higuain sarà assistito da Ronaldo e Di Maria sulle fasce. In teoria Pepe è di nuovo tra i disponibili, dopo un lungo stop, ma forse Mourinho ha trovato un giovane talento che potrebbe posticipare il rientro di quell’altro: è il diciannovenne francese Raphael Varane, autore di una gran partita oltre che del gol del pareggio, mercoledì contro il Barcellona. Il Granada intanto ha cambiato allenatore: fuori Juan Antonio Anquela, dentro Lucas Alcaraz, uno che il Granada lo aveva già allenato in terza divisione, tra il ’95 e il ’98. E sarà subito una partenza in salita: manca Pape Malickou Diakhaté, che ultimamente stava giocando sempre, lì al centro della difesa; e non si è ancora capito se Dani Benítez, ala destra, rientrerà dall’infortunio all’adduttore che lo tiene lontano dai campi da ormai un mese.

Probabili formazioni:
GRANADA: Roberto, Siqueira, Mainz, Lopez, Nyom, Recio, Iriney, Rico, Benitez, Ighalo, Torje.
REAL MADRID: Lopez, Arbeloa, Ramos, Varane, Coentrao, Khedira, Alonso, Maria, Modric, Ronaldo, Higuain.

PRONOSTICO: 1-3