Ghana, contro il Mali è vietato perdere

Coppa Africa 2013
NIGER – CONGO | giovedì ore 19:00

Rimontare due gol ad una nazionale solida come quella del Ghana non è da tutti, soprattutto per squadre di questa competizione africana. Il Congo all’esordio ha giocato benissimo, sfiorando per primo il gol del vantaggio, e non arrendendosi ai due gol segnati dagli avversari. Inoltre, una volta raggiunto il pareggio, ha continuato ad attaccare sfiorando il successo. Mbokani, che sta disputando un’ottima stagione all’Anderlecht, si è confermato attaccante completo. La sorpresa in positivo è il suo collega di reparto, Mputu, del Mazembe, squadra che sfidò in finale l’Inter nel mondiale per club del 2010. Nella Champions League africana dopo 29 partite giocate vanta la media di un gol ogni 180 minuti di gioco e domenica ha fatto capire perché. Il pareggio contro il Ghana però servirà a poco al Congo, se non riuscirà a vincere questa partita contro il Niger (destinato a rimanere con ogni probabilità a secco di punti). Questa nazionale, allenata da Gernot Rohr, è soltanto alla seconda partecipazione in assoluto dopo quella dell’anno passato, quando uscì proprio nella fase a gironi. Gli unici giocatori conosciuti a livello internazionale sono il portiere Daouda, il centrocampista Bonnes e l’attaccante Maazou. Il Niger è una squadra che difende con ordine facendo valere la propria fisicità, ma raramente riesce a rendersi pericolosa in attacco quando gioca contro squadre di livello superiore come il Congo.

Formazioni ufficiali:
NIGER: Kassaly, Chicoto, Fatokouma, Kowa, Bachar, Koudize Soumaila, Lancina, Boubacar, Sidibe, Maazou.
CONGO: Kidiaba, Issama, Mabiala, Mongongu, Kasusula, Makiadi, Mulumbu, Kabangu, Mputu, Mbokani, Lua Lua.

PRONOSTICO: 0-2

GHANA – MALI | giovedì ore 16:00

Obiettivo principale del Ghana è quello di evitare la sconfitta, che vorrebbe dire molto probabilmente eliminazione. Motivo per cui baderà prima di tutto a non prendere gol. Ma la nazionale di Kwesi Appiah deve fare valere la sua forza, e dimostrare perché viene indicata dagli esperti come una delle principali favorite per la vittoria finale. All’esordio il ct ha preferito schierare a centrocampo Derek Boateng (no, non è parente dei fratelli Jerome e Kevin-Prince), piuttosto che Anthony Annan (sì, lui è parente dell’ex segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, più precisamente il nipote; gioca nell’Osasuna). A questo giro dovrebbe essere il contrario, con Annan – più tecnico rispetto a Boateng – titolare al fianco di Badu, uno dei tre giocatori in rosa che militano nei campionati italiani (insieme allo juventino Kwadwo Asamoah, che anche qui viene utilizzato come esterno di sinistra, e a Richmond Boakye, attaccante del Sassuolo). Il Mali nella prima gara del girone ha faticato tantissimo per superare il modesto Niger, mostrando dei limiti in fase di concretizzazione del predominio territoriale. Questa sarà però una partita diversa, anche un pareggio andrebbe più che bene e quindi si baderà piuttosto a difendere. Motivo per cui di gol in questa partita se ne dovrebbero vedere pochi, e se qualcuno segnerà, probabilmente sarà un giocatore del Ghana.

Formazioni ufficiali:
GHANA: Dauda, Pantsil, Vorsah, Boye, Afful, Badu, Adomah, Mohammed, K.Asamoah, Wakaso, A.Gyan.
MALI: Samassa, Diawara, Tamboura, Coulibaly, Ndiaye, Sissoko, Diakite, Keita, Traore, Diarra, Diabate.

PRONOSTICO: 1-0