Juventus, ritmo e pressing contro lo Shaktar

Champions League

Il pareggio in rimonta a Stamford Bridge ha detto che la Juventus può giocarsi le sue carte anche in Champions League. Contro lo Shakhtar, vittorioso all’esordio, servono i tre punti. Per il Chelsea sarà una probabile passeggiata danese. Studiamo anche le gare del girone F: Valencia-Lille e Bate Borisov-Bayern Monaco.

JUVENTUS – SHAKHTAR DONETSK | ore 20:45

Le vittorie aiutano a tenere alto il morale e a correre di più. Quale modo migliore di presentarsi all’importante sfida coi campioni d’Ucraina dello Shakhtar Donetsk se non quello con cui i bianconeri hanno umiliato Zeman? Stesa la Roma, la Juventus si ritrova con un Pirlo rimotivato dal gol e dall’ottima prestazione, stesso discorso per i “depressi” Giovinco e Matri, entrambe a segno e stufi di essere sempre sotto esame. Né si può pensare che Quagliarella, dopo il gol al Chelsea e la doppietta al Chievo, sia scontento. E così la coppia Conte-Carrera si ritrova una squadra in ottima forma e pronta ad avere la meglio sugli avversari, puntando soprattutto su due fattori: lo Juventus Stadium e l’intensità di gioco, che lo Shakhtar difficilmente può pareggiare. Perché? La squadra di Lucescu è ucraina, ma da centrocampo in su ha soltanto giocatori brasiliani, oltre all’armeno Henrikh Mkhitaryan, pericolo pubblico numero uno, con quindici gol segnati da metà luglio a oggi. Per un maggiore approfondimento si rimanda a questa presentazione dettagliata dello Shakhtar Donetsk, ma basterà sapere che i vari Ilsinho, Willian, Luiz Adriano, Alex Teixeira e Douglas Costa hanno fantasia da vendere, eppure sono tutti “leggerini” se messi a confronto coi giocatori della Juventus, pronti a schiacciarli sul piano dell’intensità di gioco. E poi, va bene che ha vinto consecutivamente le ultime 19 partite del campionato ucraino, ma l’anno scorso in Champions lo Shakhtar in trasferta ha perso sia dallo Zenit che dal Porto. “1” fisso, e via libera a parziale/finale (si consiglia l’1/1) e risultato esatto (2-1) a favore dei bianconeri, perché se la partita finisce in pareggio c’è il rimborso grazie al Powerbonus.

Probabili formazioni:
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah, Giovinco, Vucinic.
SHAKHTAR DONETSK: Pyatov, Srna, Chygrynsky, Kucher, Rat, Fernandinho, Ilsinho, Douglas Costa, Willian, Mkhitaryan, Luiz Adriano.

PRONOSTICI: 1 • [ 1.50, Paddypower ] – OVER • [ 1.90, Paddypower ] – 2-1 RISULTATO ESATTO • [ 7.50, Paddypower ]
# sulla prima scommessa del 100% fino a 50 euro offerto da Paddypower e # gratis su Juventus-Shaktar Donetsk! Inoltre Paddypower #Risultato Esatto, Primo Marcatore e Parziale Primo Tempo/Finale se la partita finirà in pareggio!

NORDSJAELLAND – CHELSEA | ore 20:45

Se si afferma che questo Chelsea è più forte di quello che ha alzato al cielo la coppa dalle grandi orecchie lo scorso maggio, non si dice il falso. Di Matteo è riuscito a mantenere la stessa solidità difensiva, quella che ha fatto la differenza rispetto alla gestione Villas Boas, aggiungendo però finalmente fantasia e imprevedibilità sulla trequarti grazie agli arrivi di Hazard e Oscar, definito il nuovo Kakà, che si sono aggiunti all’ottimo Mata. E pazienza se non c’è più Drogba, visto che Fernando Torres è tornato finalmente a segnare con regolarità ed è l’attaccante ideale per dialogare coi trequartisti dai piedi buoni. Il Nordsjaelland, sconosciuto ai più, nella sfida giocata all’esordio in Champions in casa dello Shakhtar Donetsk non ha esattamente chiarito il motivo per cui si ritrova a disputare questa competizione. In campionato, peraltro, ha già sei punti di distacco dalla capolista Copenhagen.

Probabili formazioni:
NORDSJAELLAND: Hansen, Parkhurst, Okore, Runje, Mtiliga, Stokholm, Adu, Lorentzen, Christensen, John, Beckmann.
CHELSEA: Cech, Ivanovic, Terry, Luiz, A. Cole, Mikel, Lampard, Mata, Hazard, Oscar, Torres.

PRONOSTICO: 2 • [ 1.37, Bwin ]
VALENCIA – LILLE | mercoledì ore 20:45

Ad inizio stagione forse si pensava che la partenza di Hazard sarebbe stata meno indolore. I risultati, per il momento, ultimo quello di venerdì scorso in campionato, affermano il contrario. A pesare negativamente sul bilancio è soprattutto il tracollo in casa contro il Bate Borisov che ha messo in salita il cammino verso la qualificazione. Per il Valencia questo scontro diretto può essere già decisivo: con un successo la strada per il secondo posto si metterebbe in discesa, visto che dopo questa gara ci sarà il doppio confronto con i bielorussi. I francesi si presentano alla sfida coi dubbi relativi a Salomon Kalou, Ronny Rodelin e Marvin Martin, tutti e tre in precarie condizioni fisiche. Un ulteriore indizio per il segno “1” è il fatto che il Valencia è imbattuto contro le squadre francesi. In sette partite interne, come riporta il sito uefa.com, ha centrato sette vittorie con 18 gol segnati e tre subiti, mentre in totale non ha mai perso in 15 gare, sia in casa che fuori.

Probabili formazioni:
VALENCIA: Diego Alves, Barragam, J. Pereira, Ruiz, Cissokho, Feghouli, T. Costa, Gago, Guardado, Jonas, Soldado.
LILLE: Landreau, Beria, Basa, Chedjou, Debuchy, Gueye, Pedretti, Balmont, Mendes, Payet, Roux.

PRONOSTICO: 1 • [ 1.67, Williamhill ]
BATE BORISOV – BAYERN MONACO | mercoledì ore 20:45

Robben e Mario Gomez sono ancora fermi ai box, ma nella vittoria di sabato sul Werder Brema nessuno si è accorto della loro assenza. È questo uno dei pregi del Bayern Monaco 2012/2013 rispetto a quello dello scorso anno: sono arrivati nel corso del mercato estivo tanti giocatori che permettono ad Heynckes di non avere più un undici titolare fisso, ma almeno sedici elementi base cui attingere per scegliere di partita in partita la formazione più adatta. Si passa da Javi Martinez, l’acquisto più costoso della storia della Bundesliga a Dante, poi Claudio Pizarro, Mario Mandzukic e il giovane talento svizzero Shaquiri. Il risultato sono nove gare ufficiali disputate fin qui, tutte vinte, e anche il mal di trasferta sembra passato. Quel mal di trasferta (perse tre delle ultime quattro trasferte di Champions League, vinta solo una fra le ultime cinque) che nella scorsa stagione si fece sentire anche in questa competizione. Il Bate Borisov non è squadra materasso, lo ha dimostrato in Francia battendo il Lille, ha giocatori di qualità soprattutto sulla trequarti come Hleb e Bressan. Ma per chi proprio non si fida dei bavaresi lontano dall’Allianz Arena, il consiglio è quello di puntare sul GOL, perché già scommettere su qualcosa di diverso dalla vittoria del Bayern nell’1X2 sarebbe un azzardo.

Probabili formazioni:
BATE BORISOV: Gorbunov, Polyakov, Radkov, Simic, Bordachev, Pavlov, Likhtarovich, Volodko, Bressan, Hleb, Rodionov.
BAYERN MONACO: Neuer, Lahm, Boateng, Dante, Badstuber, Javi Martinez, Schweinsteiger, Muller, Kroos, Ribery, Mandzukic.

PRONOSTICI: GOL • [ 1.95, Bwin ] – 2 • [ 1.37, Eurobet ]
# sulla prima scommessa del 100% fino a 50 euro offerto da Paddypower e # gratis su Bate Borisov-Bayern Monaco! Inoltre Paddypower #Risultato Esatto, Primo Marcatore e Parziale Primo Tempo/Finale se nel match su cui hai scommesso c’è un gol negli ultimi 5 minuti!