GP Italia: Alonso tenta la rimonta

Formula 1

Tra le piste dove ancora è possibile effettuare qualche sorpasso, c’è certamente Monza. Motivo in più per credere nella rimonta di Alonso, che magari non riuscirà a vincere la gara, ma punta a sopravanzare quantomeno la Red Bull di Vettel.

La iella di un weekend cominciato già male, con un guasto al cambio e uno al motore, è proseguito con l’improbabilissima rottura dell’asse posteriore nell’ultima decisiva manche delle qualifiche. Quindi, benché avesse tutte le carte in regola per centrare una pole position facile facile, Alonso partirà da una scomoda quinta fila, decimo posto. E ora? D’altri tempi, con una monoposto competitiva e una buona partenza, non avrebbe impiegato più di quattro, cinque giri a riportarsi a ridosso dei primi. Quest’anno è un po’ diverso: per via dell’alta competitività media di molte scuderie, chi si ritrova a centro schieramento, anche con una macchina migliore, fa una fatica del diavolo a superare le vetture che stanno davanti.

Eppure, in vista della gara, in casa Ferrari possono essere fiduciosi per due motivi. Intanto la macchina c’è, come dimostra anche il terzo tempo di Massa, che da quelle parti non si vedeva da tempo. Il Cavallino ha optato per un assetto un po’ meno scarico rispetto alla concorrenza (nella classifica delle più alte velocità di punta, Alonso e Massa figurano al 12° e 13° posto), ma a tutto vantaggio di un terzo settore (variante Ascari e parabolica) in cui la rossa letteralmente vola. E poi siamo a Monza: sorpassare è tutt’altro che impossibile, specie se appunto si arriva spediti dalla parabolica e si riesce a rimanere incollati ai tubi di scarico della macchina davanti, per poter sferrare l’attacco proprio sul rettilineo principale.

Al contrario, entrambe le Red Bull non hanno dimostrato un buon feeling con la pista di Monza, in nessun momento del weekend. Webber è rimasto fuori in Q2, Vettel è a otto decimi dalla pole (che su un circuito con un giro da 1’24”, non sono affatto pochi). La velocità di punta manca completamente e domani sarà maledettamente difficile, non solo sopravanzare altre vetture, ma anche difendersi dagli attacchi di chi segue.

TESTA A TESTA
Alonso – Vettel: 1 • [ 1.70 ]
Rosberg – Schumacher: 2 • [ 1.70 ]
Hulkenberg – Maldonado: 1 • [ 1.85 ]

Quota totale: [ 5.35, Eurobet ]