Spagna-Italia, “under” probabile

Italia

Inizia l’avventura azzurra ad Euro 2012, e avversario più duro di fronte davvero non poteva esserci. La Spagna campione in carica, fresca di trionfo anche ai mondiali e ultima squadra ad avere eliminato da questa competizione continentale proprio l’Italia.

SPAGNA – ITALIA | ore 18:00

Il caso Criscito e poi quello Bonucci, le critiche al ct Prandelli e l’infortunio di Barzagli. Comunanze col mondale 2006, dicono gli ottimisti. In realtà quando c’è la nazionale italiana di mezzo, scandali e soprattutto critiche sono all’ordine del giorno. Quello che conta, però, alla fine è sempre il campo. Prandelli, dopo la batosta con la Russia, ha scelto di cambiare modulo. Un rischio, dopo aver lavorato su uno schema per due anni con ottimi risultati. Ma al contrario di quanto faccia pensare una certa stampa nostrana, De Rossi non giocherà difensore centrale, ma davanti la difesa, a sua protezione, come ha fatto per tutta la stagione con buoni risultati nella Roma targata Luis Enrique. Anzi forse è il ruolo, questo da mediano, che più si addice al giallorosso. E irrobustire la difesa contro questa Spagna del tiqui-taca priva di bomber di razza (Villa infortunato, Fernando Torres è diventato il fantasma di se stesso) può essere un vantaggio se si mantiene per tutta la durata dell’incontro la massima concentrazione. L’Italia, non va dimenticato, è stata la migliore difesa di tutti i gironi delle qualificazioni all’Europeo. Nell’ultima gara giocata dalle furie rosse contro un’ordinatissima e ben chiusa in difesa Cina, la Spagna ha messo in mostra tutti i suoi limiti offensivi. Quando il possesso palla diventa fine a se stesso, e mancano le accelerazioni di Iniesta o Silva, in assenza di un bomber capace di segnare anche con un tiro dalla distanza come Villa per gli spagnoli segnare diventa più complicato perché, rispetto al Barcellona, non ha Messi, e scusate se è poco. Chiuso questo capitolo, si deve capire come l’Italia proverà ad offendere. Pirlo soffrirà la posizione decentrata per dare spazio in copertura a De Rossi? Con Thiago Motta a centrocampo e senza punte abili a proporsi in profondità (Cassano e Balotelli sono un po’ doppioni in questo), si rischia di non trovare sfoghi offensivi. Se la partita non si sbloccherà nei primi minuti, la sensazione è che questa partita potrebbe finire in pareggio con “under” annesso.

# gratuito di 5 euro senza versamento offerto da Paddypower e # su Spagna-Italia! In più PaddyPower rimborserà tutte le scommesse perdenti relative a: risultato esatto, primo marcatore nel caso in cui le partite dell’Italia agli Europei 2012 si concludano sul risultato di 0-0.

#

I PRECEDENTI
Imbattuti quando conta davvero, quasi sempre perdenti nelle amichevoli. La fotografia della nazionale Italiana nei confronti della Spagna è questa. Su venticinque confronti totali, infatti, il bilancio è lievemente in favore degli azzurri con otto vittorie contro sette a fronte di dieci pareggi, ma tutti i ko sono arrivati nelle diciannove amichevoli. L’ultima vittoria degli azzurri è arrivata però proprio nell’ultima amichevole, quella del 10 agosto 2011, quando Montolivo ed Aquilani piegarono 2-1 le furie rosse. Fu, quella, una vittoria che contro gli iberici all’Italia mancava da ben diciassette anni, da quando, il 9 luglio ’94 la coppia Dino & Roberto Baggio qualificò gli azzurri di Sacchi alla semifinale del mondiale americano. L’unico ko in competizioni ufficiali arrivò solo dopo i rigori il 22 giugno 2008 nei quarti di finale della rassegna austro-svizzera. E’ anche vero però che la Spagna attuale è la migliore di sempre, come dimostrano le recenti vittorie, motivo per cui i precedenti fanno meno testo rispetto al solito.

L’ARBITRO
Viktor Kassai è nato a Tatabanya (Ungheria) il 10 settembre 1975 ed è internazionale dal 2003. La sua carriera internazionale di arbitro ha inizio, a livello di manifestazioni di una certa importanza, con gli Europei Under 19 del 2005 in Irlanda del Nord ed è proseguita con i Mondiali Under 20 del 2007. Quarto ufficiale di gara ad Euro 2008 in Austria e Svizzera, nel medesimo anno prende parte alle Olimpiadi di Pechino. Partecipa poi ai Mondiali di Sudafrica 2010, dove arbitra 4 incontri tra cui Spagna-Germania 1-0 in semifinale. Nelle qualificazioni ad Euro 2012 ha diretto 4 gare tra cui Spagna-Repubblica Ceca 2-1. Nel 2010/11 ha diretto la finale di Champions League a Londra, Barcellona-Manchester Utd 3-1. In stagione ha comminato 155 ammonizioni in 31 gare (5 in media a partita), 8 espulsioni di cui 2 dirette e ben 18 calci di rigore. Con i tanti cascatori della Spagna, e Cassano e Balotelli abili nel dribbling, una scommessa di copertura rispetto agli altri pronostici potrebbe essere “rigore sì” a 3.00 su Matchpoint.

AMMONIZIONI E ANGOLI
Come scritto poco sopra, i giocatori della Spagna, specialmente quelli del Barcellona, sono specialisti nel rotolarsi per terra dopo falli anche lievi. Kassai dovrà essere bravo a non cascarci, ma anche per questo motivo il rischio che gli azzurri vadano a collezionare più gialli è alto, del resto sono molto più fallosi rispetto agli spagnoli, soprattutto a centrocampo. La maggiore costanza nel possesso palla e nell’inerzia offensiva dovrebbe contribuire a fare battere più angoli alla Spagna.

PRONOSTICI: ITALIA RICEVE PIU’ AMMONIZIONI • [ 1.85, Matchpoint ] – SPAGNA BATTE PIU’ ANGOLI • [ 1.55, Matchpoint ]

Probabili formazioni:
SPAGNA: Casillas, Arbeloa, Sergio Ramos, Piqué, Jordi Alba, Busquets, Xabi Alonso, Xavi, Iniesta, Silva, Fernando Torres.
ITALIA: Buffon, Chiellini, De Rossi, Bonucci, Maggio, Marchisio, Pirlo, Thiago Motta, Balzaretti, Balotelli, Cassano.

PRONOSTICI: UNDER • [ 1.60, # ] – X • [ 3.50, # ]