Basilea avvisato: il Bayern in casa è travolgente

Champions League

Dopo aver fatto fuori nella fase a gironi il Manchester United, il Basilea sogna di eliminare un’altra candidata alla vittoria finale, il Bayern Monaco. Si parte dal vantaggio di 1-0 della gara d’andata. Ma non sarà facile, anzi.

BAYERN MONACO – BASILEA | martedì ore 20:45

Il Bayern Monaco è la squadra degli eccessi, in negativo o in positivo. È praticamente impossibile individuare una qualche regolarità nella stagione dei bavaresi. Dopo l’inizio shock – sconfitta casalinga all’esordio della Bundesliga col Borussia Moenchengladbach – è arrivata una lunghissima serie di vittorie, con la porta di Neuer inviolata per ben dodici gare ufficiali consecutive. Poi alcuni passaggi a vuoto: le due sconfitte con Borussia Dortmund e Mainz, le batoste in trasferta con Borussia Moenchengladbach, Bayer Leverkusen e, appunto, Basilea nella gara d’andata in Champions. Ecco, le trasferte. Il limite del Bayern Monaco, e qui scopriamo forse il tratto distintivo della stagione dei bavaresi, è il rendimento altalenante in trasferta. Ma all’Allianz Arena, dove guarda caso si giocherà la finale di Champions, il discorso cambia. Il rotondo e roboante 7-1 sull’Hoffenheim di sabato ha rappresentato la sedicesima vittoria su diciotto partite ufficiali stagionali disputate in casa, e in ognuna di queste 16 Robben e compagni hanno segnato almeno due gol. Il Basilea è avvisato.


TATTICHE E FORMAZIONI
Del modulo di gioco e dei top player del Basilea il veggente aveva già scritto in modo approfondito nella gara d’andata. Anche con Vogel – succeduto in panchina a Fink che ha preferito andare ad allenare l’Amburgo a stagione in corso – il 4-4-2 di partenza è intoccabile, ma nella fase offensiva si trasforma in 4-2-4 visto che ci sono sulle fasce due giocatori molto abili soprattutto ad attaccare, Stocker a destra e il talentuosissimo Shaqiri (che nella prossima stagione giocherà proprio nel Bayern Monaco) a sinistra. Sulla mediana Huggel con Xhaka, altro giovane dal futuro assicurato. In difesa, davanti al portiere Sommer, da destra a sinistra ci sono l’esperto Degen, Abraham, Dragovic e Steinhöfer. Il Bayern risponde col 4-2-3-1 in cui spiccano le assenze di Van Buyten nel reparto arretrato e Schweinsteiger a centrocampo. Nella difesa a zona c’è Lahm spostato a destra, con Alaba nell’insolito ruolo di terzino sinistro. Al centro, per via dell’infortunio di Van Buyten, spazio a Boateng, che predilige giocare piuttosto sulla fascia. L’intesa con l’altro centrale Badstuber non è delle migliori. Luiz Gustavo e Kroos sono due centrocampisti di qualità; potrebbe però mancare la copertura data da un mediano classico. Queste considerazioni non sono casuali, ma necessarie per sottolineare come un gol del Basilea nel corso della gara non è improbabile, e costringerebbe il Bayern a vincere con almeno due gol di vantaggio per passare il turno. Ma con Robben, Ribery e Gomez in condizioni stratosferiche come visto contro l’Hoffenheim, anche in tal caso Heynckes potrebbe dormire sonni tranquilli.

Probabili formazioni:
BAYERN MONACO: Neuer – Lahm, Boateng, Badstuber, Alaba – Luiz Gustavo, Kroos – Robben, T. Müller, Ribery – Gomez.
BASILEA: Sommer – P. Degen, Dragovic, Abraham, Steinhöfer – Shaqiri, Huggel, G. Xhaka, Stocker – A. Frei, Streller.

PRONOSTICI: GOL • [ 2.00, # ] – OVER 3,5 • [ 2.15, Matchpoint ] – 3-1 RISULTATO ESATTO • [ 10.00, Betclic ]