Tragedia nel calcio, lacrime in casa Juve: il gesto commuove i tifosi

Juve, impossibile fermare le lacrime oppure smettere di pensarci: tifosi commossi, era la cosa giusta da fare.

600 feriti, 39 morti. Fu questo il bilancio, disastroso oltre ogni immaginazione, della strage di Heysel, provocata dai tafferugli che precedettero, come si ricorderà, la finale di Coppa Campioni tra la Juve ed il Liverpool. Era il 29 maggio del 1985, ma il ricordo di quella tragedia, che colpì il mondo intero, è rimasto indelebile nel cuore dei tifosi.

Tragedia nel calcio, lacrime in casa Juve: il gesto commuove i tifosi
L’Allianz Stadium (AnsaFoto) – ilveggente.it

Sono state tantissime, negli anni, le iniziative dedicate alle vittime dell’incidente di Bruxelles, le cui responsabilità, come disposto in sede di processo penale, furono attribuite ai supporter della squadra inglese. Esiste anche un gruppo, molto attivo, che si prodiga di continuo per rendere omaggio alle 39 persone morte allo stadio, 32 delle quali erano peraltro italiane.

La fondatrice e presidente del “Comitato per non dimenticare Heysel Reggio Emilia”, Iuliana Bodnari, ha parlato con TuttoJuve.com di quanto ancora faccia male il ricordo dell’incidente. Lo ha fatto volgendo lo sguardo al passato, ma raccontando anche come si svolgerà l’evento di commemorazione in programma per domenica 2 giugno.

Juve, fa ancora molto male: per chi non ha dimenticato l’appuntamento è il 2 giugno

“Ero davanti alla tv come altri milioni di tifosi bianconeri – queste le parole della Bodnari – il mio ricordo di quella serata resterà purtroppo indelebile. Eravamo tutti increduli, nessuno credeva potesse succedere una cosa del genere. Una volta arrivata in Italia, perché mi trovavo a Parigi nel 1985, qualche anno più tardi, decisi insieme ad altre persone di prenderci cura del monumento che era in decadenza e ridotto in uno stato veramente pietoso. Le commemorazioni nascono proprio con lo scopo di non far dimenticare quanto è successo, è questo lo scopo del comitato”.

Tragedia nel calcio, lacrime in casa Juve: il gesto commuove i tifosi
Uno striscione per le vittime della strage dell’Heysel (AnsaFoto) – ilveggente.it

La fondatrice e presidente del comitato ha spiegato, con orgoglio, che ogni anno che passo sempre più persone decidono di partecipare alla commemorazione. Merito, probabilmente, del passaparola sui social network, che sono riusciti nell’impresa di dare all’evento la risonanza che avrebbe sempre meritato.

Ha riservato un passaggio dell’intervista, infine, al contributo della Juve alla causa: “Da quando siamo nati, ci sono sempre stati molto vicini e non ci hanno mai negato il loro aiuto. Ogni anno partecipano con la lettera del presidente e la corona dei fiori che arriva sempre la mattina del giorno della commemorazione”. E qualche bianconero, come Sergio Brio, ci sarà anche quest’anno: l’appuntamento è alle 10:30 al monumento Heysel di Reggio Emilia; la cerimonia dovrebbe concludersi intorno alle 12.

Impostazioni privacy