Scudetto e penalizzazione, la classifica del prossimo anno sarà stravolta

Scudetto e penalizzazione: dal sogno all’incubo. Quello che potrebbe succedere l’anno prossimo è clamoroso e vede coinvolta una delle squadre più forti del mondo. La situazione

Qualcuno è convinto possa succedere qualcosa di clamoroso la prossima stagione. Non tanto, ovviamente, per le questioni di campo, quelle non possono essere messe in discussione. Quindi per cosa? Per quello che ovviamente è successo fuori dal campo e siccome da quelle parti già nel corso di questa annata hanno dimostrato di fare sul serio, allora c’è la possibilità che qualcosa di grosso possa succedere.

Scudetto e penalizzazione, la classifica del prossimo anno sarà stravolta
Guardiola e Simone Inzaghi (Lapresse) – Ilveggente.it

Parliamo del Manchester City di Pep Guardiola che, come sappiamo, è stato accusato di aver violato oltre 100 regole del Fair Play Finanziario nel corso di questi anni. Nella stagione che inoltre si è appena conclusa, Everton e Nottingham Forest, per molto meno, sono state penalizzate. Quindi ci sono pochi dubbi che, nel momento in cui inizierà il processo e tutto questo dovrebbe succedere nel prossimo autunno, le possibilità di penalizzazione o, addirittura di una retrocessione, si faranno assai alte.

Scudetto e penalizzazione, incubo Manchester City

Di tutto questo inoltre ne sono convinti anche diversi bookmaker in Inghilterra. Tant’è che viene messa in palinsesto appunto la possibilità di una retrocessione in Serie B della squadra allenata da Guardiola. Una quota sicuramente altissima, ma molto più bassa delle altre big del campionato inglese.

Scudetto e penalizzazione, la classifica del prossimo anno sarà stravolta
Guardiola (Lapresse) – Ilveggente.it

A centocinquanta volte la posta si gioca questa possibilità. Sì, direte voi, è comunque una cifra altissima ma sicuramente, come spiegato, non è poi enorme come sarebbe logico visto che sul campo, dopo quattro scudetti di fila e vista la rosa che ha a disposizione il tecnico catalano. Quindi qualcosa sotto ci potrebbe essere, soprattutto se venissero confermate le prese di posizione che altri due club, sicuramente “meno forti” sotto l’aspetto politico, che sono state prese nel corso dei mesi scorsi. Rischia quindi il Manchester City? Pare proprio di sì, non ci possono più essere dubbi.

Impostazioni privacy