La decisione è ormai presa: altra mazzata per i tifosi di Sinner

Sinner, una decisione ormai è stata presa: dopo la rinuncia agli Internazionali di Roma si avvicina un altro forfait per il campione italiano. Ecco quelle che potrebbe succedere

A malincuore, e per lo sconforto di tutti i suoi tifosi che avrebbero voluto vederlo da vicino, Jannik Sinner ha deciso di non partecipare agli Internazionali di Roma che adesso, dopo anche la sconfitta di Rafa Nadal, vedono come assoluto favorito Djokovic.

La decisione è ormai presa: altra mazzata per i tifosi di Sinner
Sinner (Lapresse) – Ilveggente.it

Però il problema all’anca che ha colpito Jannik, numero due del ranking mondiale, è un problema che deve essere preso in seria considerazione: non si può in nessun modo rischiare nulla. Sinner lo ha detto nella conferenza stampa nella quale ha annunciato il forfait e, secondo la Gazzetta dello Sport, anche il prossimo torneo, che inizierà una settimana dopo quello di Roma, vale a dire uno dei quattro Slam, il Roland Garros in Francia, è a forte rischio. Una decisione, o quasi, l’azzurro l’avrebbe già presa.

Sinner, ecco quello che potrebbe succedere

In questo momento Jannik si trova a Torino, al J|Medical, per recuperare dall’infortunio all’anca. Sì, lui punta il Roland Garros, lo ha detto chiaramente, ma anche sottolineato come non è sicura la sua partecipazione. E, si legge, al minimo segnale negativo che dovesse arrivare in questi giorni, potrebbe saltare anche quello.

La decisione è ormai presa: altra mazzata per i tifosi di Sinner
Sinner (Lapresse) – Ilveggente.it

Sinner in questi giorni svolgerà dei test, sotto controllo degli specialisti, e si sottoporrà anche a delle cure fisioterapiche. “Sembra che dagli esami sia risultato un problema di natura traumatica e non ci sarebbero cause congenite o sintomo di altre patologie. L’obiettivo è comunque quello di provare a esserci al Roland Garros anche senza troppo allenamento nelle gambe. Il team è comunque convinto che se Jannik dovesse correre anche il minimo rischio di peggiorare o non guarire adeguatamente, la trasferta parigina non si farà”. Gli esami quindi, in una struttura di eccellenza come quella della Juventus – anche Berrettini è passato di lì – saranno decisivi anche per il calendario di Sinner. Che ricordiamo, infine, ha in mente anche l’Olimpiade di Parigi. Un torneo che lo attira molto, visto che si gioca ogni 4 anni. Forse non ci arriverà nelle migliori condizioni possibili, ma anche il pensiero dei cinque cerchi potrebbe “pesare” nelle prossime scelte.

Impostazioni privacy