De Zerbi al Barcellona: “Non sembra la soluzione ideale”

Thiago Motta e De Zerbi potrebbero passare a un top-club: per l’italo-brasiliano si parla soprattutto di una panchina in A, mentre l’ex Sassuolo potrebbe finire anche al Barcellona.

Il giornalista Fabrizio Biasin ha parlato ai microfoni di TvPlay delle polemiche sul rigore concesso a Barella in Inter-Genoa e del futuro di De Zerbi in una panchina importante come quella del Barcellona. Per il giornalista le voci che vogliono l’attuale allenatore del Brighton in Catalogna appaiano un po’ troppo spericolate.

De Zerbi al Barcellona - www.ilveggente.it
De Zerbi (LaPresse)

⁠“Non era assolutamente rigore quello concesso ieri all’Inter. L’arbitro, chiaramente, ha commesso uno dei tanti errori visti sia questo fine settimana che quest’anno“, ha dichiarato il giornalista. “Sono dispiaciuto, perché oggi si parla di questa cosa qui e non della stagione dei nerazzurri e non del grande lavoro fatto da Inzaghi”.

Simone Inzaghi riesce a fare un piatto stellato con degli ingredienti di prima qualità“, ha continuato il giornalista di Libero. “Gasperini è un potenziale stellato che, però, non ha trovato i fondi per andare oltre a un certo risultato“.

Biasin ha anche commentato la prestazione di Alexis Sanchez, ieri al suo primo centro in campionato stagionale. “Il cileno è piaciuto molto a Inzaghi, ma non solo per la prestazione fornita ieri contro il Genoa. Sanchez, infatti, ha capito la sua dimensione, ovvero che deve far bene quando viene chiamato in causa”.

De Zerbi al Barecellona: “Non la piazza ideale

Biasin ha poi voluto complimentarsi con Thiago Motta, prossimo avversario dell’Inter in campionato, per le tante vittorie e l’ottimo gioco espresso a Bologna. Motta, insieme a De Zerbi, è infatti un nome molto caldo: tutti lo vorrebbero in un top-club per la prossima stagione.

De Zerbi al Barcellona - www.ilveggente.it
De Zerbi (LaPresse)

Per De Zerbi si è parlato addirittura di Barcellona. “Lui è pronto per fare un qualsiasi salto, ma non so se il Barcellona sia in grado di soddisfare le esigenze di De Zerbi. Non è una questione di ingaggio, ma di possibilità di dare strumenti a De Zerbi per fare il suo calcio: ovvero dare giocatori che servono a lui”.

Negli ultimi tempi è stato Guardiola ad accostare il nome di Roberto De Zerbi al club blaugrana. Ma oltre alla suggestione espressa dal tecnico del City, interpretabile come un complimento al collega, non c’è nulla di concreto.

Impostazioni privacy