Qualificazioni Euro 2024: possibili marcatori, ammoniti e tiratori delle sfide del giovedì

Da Bosnia-Lussemburgo ad Estonia-Belgio, non trascurare Islanda-Portogallo: le scelte sui papabili marcatori, ammoniti e tiratori delle sfide europee.

Sfide internazionali no-stop. Dopo la vittoria della Spagna in Nations League, infatti, la giornata di ieri ha vissuto lo svolgersi della prima tranche delle partite valide per le qualificazioni ai prossimi Europei, che continueranno anche stasera.

Qualificazioni Euro 2024: possibili marcatori, ammoniti e tiratori delle sfide del giovedì
Esultanza Lukaku (LaPresse) – IlVeggente.it

Gli spunti di certo non mancano, visto che a scendere in campo saranno alcune delle nazionali più forte del Vecchio continente. A cominciare dal Belgio di Lukaku, che farà visita all’Estonia: proprio “Big Rom“, che con la maglia delle Furie Rosse ha uno score realizzato invidiabile, si candida a mettere a segno almeno una rete. In quella che si preannuncia una gara che i fiamminghi proveranno ad azzannare sin dai primi minuti, occhio ai possibili tiri dalla distanza. Specialità della fabbrica per una compagine, come quella belga, che tra le sue fila vanta calciatori dalla qualità di Carrasco. Per quanto concerne i possibili ammoniti, invece, l’opzione Kuusk intriga e non poco.

Da Bosnia-Lussemburgo ad Islanda-Portogallo: possibili ammoniti, tiratori ed assist-man

Protagonista di una stagione favolosa con il City, Bernardo Silva potrebbe salire in cattedra anche contro l’Islanda. Oltre a mettere a segno un gol, il tuttocampista di proprietà dei Citizens dovrebbe riuscire a dispensare anche un assist. La candidatura di Leao come eventuale marcatore, però, è troppo golosa per non calamitare l’attenzione.

Bosnia-Lussemburgo dovrebbe essere invece la partita di Edin Dzeko. Il “cigno di Sarajevo”, al passo d’addio con l’Inter, potrebbe anche mettere a segno una doppietta, sfruttando il divario tecnico evidente tra le due formazioni. Al centro di uno degli affari di calciomercato da poco definiti, Tahirovic imprimerà quasi sicuramente il suo sigillo almeno da un punto di vista offensivo: l’ex Roma potrebbe inquadrare lo specchio della porta almeno una volta.