Cristiano Ronaldo, niente sconti: la Juventus trema

Cristiano Ronaldo, niente sconti dell’asse portoghese nei confronti della sua ex squadra. E la Juventus comincia davvero a tremare

Non molla nulla Cristiano Ronaldo. Né in campo e nemmeno, e soprattutto, fuori dal campo. Quando si parla di soldi il portoghese è sempre pronto a dare battaglia. Sì, perché dopo che ieri è spuntata la Carta Ronaldo, ormai famosissima, colui che se n’è andato a giocare in Arabia Saudita per riuscire a mettere da parte altri due spicci per passare una vecchiaia serena, è pronto a prendersi altri soldini.

Cristiano Ronaldo, niente sconti: la Juventus trema
Ronaldo ©️LaPresse

Il quotidiano Repubblica in edicola questa mattina svela infatti quelle che potrebbero essere le mosse di Ronaldo nelle prossime settimane. Proprio mente la Procura della Figc è intenzionata a fare chiarezza sul caso plusvalenze che un anno fa era passato in giudicato. Nei faldoni dell’inchiesta infatti ci sarebbe la scrittura privata, con i dettagli, che fa riferimento proprio a CR7: quest’ultima però come sappiamo non è mai stata firmata dall’attaccante dell’Al Nassr che ieri ha debuttato dall’altra parte del Mondo segnando una doppietta nell’amichevole contro il Psg di Messi. Ma se fisicamente è in Arabia Saudita, mentalmente a quanto pare Ronaldo è ancora con la testa a Torino e a quei 19 milioni di euro e spicci che la Juventus gli dovrebbe dare.

Cristiano Ronaldo vuole i soldi dalla Juventus

Repubblica, inoltre, entra nei dettagli spiegando quelli che saranno quasi sicuramente i prossimi passi di Ronaldo. Un’azione legale nei confronti della società bianconera per avere 19,5 milioni di euro. Un mese di stipendio, o poco meno, rispetto a quello che ora il portoghese dovrebbe guadagnare con la maglia dell’Al Nassr.

Cristiano Ronaldo, niente sconti: la Juventus trema
Ronaldo ©️LaPresse

Ronaldo, formalmente, aveva firmato la rinuncia agli stipendi su dei moduli regolari, ma attraverso quella scrittura privata integrativa, dove non c’è in calce la firma del campione portoghese, vorrebbe indietro quei soldi che poi effettivamente non sono mai stati versati sul suo conto corrente che ha zeri all’infinito e che noi vorremmo vedere solamente una volta nella vita per capire che emozioni si provi. In ogni caso anche le intercettazioni sembrano andare contro la Juventus, come quella dell’ormai ex presidente Andrea Agnelli che suggerisce ai membri della società di aspettare Ronaldo, perché deve essere lui a fare la prima mossa: “Non rincorrerlo ma di aspettare che sia lui a sollevare la questione se interessato”. E dopo un poco di tempo in silenzio Ronaldo, a quanto pare, è interessato.