Sinner, indizio sotto traccia: l’ipotesi dopo l’infortunio all’anca

Sinner ha scelto la strada del silenzio, ma c’è un indizio che non è passato inosservato: ecco quali saranno i prossimi passi del tennista.

Gli esami ai quali si è sottoposto, così come la risonanza magnetica, non hanno evidenziato nulla di grave. Sebbene abbia sentito dolore all’anca durante il match contro Sebastian Korda non ci sono, quindi, danni fisici. Per fortuna.

Sinner, indizio sotto traccia: l'ipotesi dopo l'infortunio all'anca
©️LaPresse

Ciò nonostante, i programmi futuri di Jannik Sinner non sono ancora ben chiari. L’altoatesino ha scelto la strada del silenzio e non si è ancora pronunciato in merito alle sue intenzioni sul da farsi. Non è dato sapere, di conseguenza, se confermerà la sua presenza agli ormai imminenti Australian Open o se, invece, l’infortunio rimediato ad Adelaide lo costringerà a dare forfait. Non sarebbe neanche il primo a ritirarsi dallo Slam, considerando che molti dei big più attesi, come Carlos Alcaraz e Venus Williams, si sono ritirati a causa di problemi fisici.

In questo quadro ancora molto confuso c’è, però, un dettaglio che ci fa ben sperare. Potrebbe non voler dire niente, ma potrebbe anche trattarsi, invece, di un chiaro indizio. E vogliamo confidare in questa seconda ipotesi, perché sarebbe davvero un peccato se Sinner, dopo tanti sacrifici e dopo l’estenuante preparazione invernale alla quale si è sottoposto, fosse costretto a rivedere i suoi piani per il 2023.

Sinner, la verità si nasconde nell’entry list del Kooyong Classic?

L’indizio al quale alludiamo non riguarda propriamente l’Australian Open, ma un evento preparatorio al primo Slam della stagione.

Sinner, indizio sotto traccia: l'ipotesi dopo l'infortunio all'anca
©️LaPresse

Come vi avevamo già raccontato qualche giorno fa, Jannik ha in programma di partecipare al Kooyong Classic. Si tratta, come noto, di un torneo di esibizione spalmato su tre giorni, perfetto per sgranchirsi ulteriormente le gambe in vista del ben più cruciale appuntamento di Melbourne. Sembrava quasi ovvio, dopo l’infortunio rimediato ad Adelaide, che Sinner dovesse rinunciare, ma non tutto è ancora perduto.

Gli organizzatori del torneo hanno aggiornato la entry list cancellando il nome di Alcaraz, che per ovvie ragioni non potrà essere presente, ed inserendo quelli di Dominic Thiem e Kymberly Birrell. Quello del numero 2 d’Italia – grazie ai successi in United Cup Matteo Berrettini è riuscito a sorpassarlo – è invece ancora lì, in bella vista. Che l’altoatesino abbia deciso di rimettersi in gioco e di testare le sue condizioni fisiche al Kooyong Classic, prima di avventurarsi allo Slam australiano? Non possiamo escluderlo, ma neanche confermarlo. Ne sapremo comunque di più, certamente, nelle prossime ore.