Bonus e incentivi, serve l’Isee aggiornato: come scaricarlo in un clic

Bonus e incentivi: per averli serve il modello Isee aggiornato. Ecco come scaricarlo con un solo click. Tutte le info utili. 

Inizia un nuovo anno e moltissimi italiani da questo momento in poi possono richiedere il nuovo modello Isee, quello che permette di capire la propria situazione economica. Ma non è questo il punto, questa dichiarazione serve anche e soprattutto per richiedere quelli che sono le varie agevolazioni fiscali che lo stato dà come diritto ai cittadini.

Bonus e incentivi, serve l'Isee aggiornato: come scaricarlo in un clic
Un ufficio postale ©️AnsaFoto

Il modello Isee si divide in due parti: atto di notorietà unico (DSU), contenente tutte le informazioni anagrafiche ed economiche del nucleo familiare, e attestazione ISEE, in cui è indicato il valore della situazione economica ISEE. Nel modello possono entrare tutti i dati anagrafici, il patrimonio immobiliare dei fabbricati, le disponibilità liquide di tutte quelle persone che sono nello stesso stato di famiglia. Insomma, un quadro davvero completo della situazione economica.

Bonus e incentivi, come richiedere il modello Isee

Dal prossimo 1 aprile tutte le persone potranno presentare il proprio modello Isee. In Italia ne esistono di vari tipi: quello ordinario e quello precompilato. Ma ce ne sono tanti, abbreviato, quello universitario per richiedere l’esonero delle tasse universitarie e quello sociosanitario.

Bonus e incentivi, serve l'Isee aggiornato: come scaricarlo in un clic
Un ufficio postale ©️AnsaFoto

Ma c’è una novità, soprattutto per i clienti del conto banco posto, e cioè il conto corrente di Poste Italiane, ch in un minuto, con un semplice click, potranno scaricare il proprio modello Isee. Infatti, in questi giorni, l’azienda sta inviando a tutti i proprio clienti un messaggio in cui informa che è possibile trovare all’interno della propria aria riservata l’attestazione patrimoniale ai fini del modello del 2023.

Come detto, il modello in questione, è assai importanti per tutti quelli che sono i bonus e gli incentivi statali in atto. Infatti, dopo averlo presentato, la dichiarazione viene trasferita all’archivio dell’Inps per l’inserimento delle pensioni e degli stipendi previdenziali in una seconda fase ma non meno importante, alla banca dati dell’Agenzia delle Entrate, per l’inserimento dei redditi del nucleo familiare. Un modello importante, quindi, che sarebbe bene avere ogni anno non solo per l’utilità in sé, ma anche per fare richieste, qualora ci sia un reddito basso, che possono tornare utili poi nel corso degli anni.