Calciomercato Juventus, bocciatura e addio: “Quest’anno non è da top club”

Calciomercato Juventus, preoccupa l’involuzione di un giocatore che nella prima parte di stagione non ha inciso: l’addio sembra inevitabile.

Carlo Nicolini, vide ds dello Shakhtar, è intervenuto ai microfoni di calciomercato.it, in diretta sul canale Twitch TVPLAY per discutere del mercato di gennaio, sia per quanto riguarda la sua squadra che i club italiani. Ha parlato parecchio anche dei problemi in casa Juventus e del rendimento calante di Cuadrado.

Calciomercato Juventus, bocciatura e addio: "Quest'anno non è da top club"
Allegri©️LaPresse

Il vice ds collabora da anni con Darjo Srna, il responsabile sportivo dello Shakhtar Donetsk e conosce benissimo il mercato internazionale, essendo coinvolto in prima persona in trattative con i top club europei. Molte squadre sono infatti piambate sulla stella della squadra ucraina, il talento Mykhaylo Mudryk. E Nicolini non nasconde che lo Shakhtar potrebbe presto cederlo per un prezzo superiore ai 60 milioni.

“, ha ammesso il ds, “siamo in trattativa con l’Arsenal per Mudryk, ma 60 milioni sono pochi…”. In particolare Nicolini ha voluto informare gli opinionisti presenti nella trasmissione calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY che per portar via il gioiello ucraino c’è bisogno di un’offerta importante. “L’Arsenal potrebbe aver fatto un’offerta di questo tipo, c’è trattativa. Sono stati venduti giocatori che le società volevano vendere e che noi riteniamo non più forti di Mudryk con una valutazione attorno ai 100 milioni, quindi noi, 60, li riteniamo pochi. Poi non sono io a fare la cifra, non ho particolari indicazioni dalla società, ma serve un’offerta importante, più vicina a Grealish che per Antony“, ha spiegato Nicolini.

Se la cifra cash è 40, non viene presa neanche in considerazione“, ha concluso. “Al momento non ci sono società italiane sui nostri giocatori”. Riguardo al possibile sostituto di Mudryk, Nicolini non si sente in ansia. “Una società che lavora bene sa che i suoi gioielli prima o poi possono partire e si guarda intorno. Però abbiamo il nostro lavoro di scouting e contatti per qualsiasi ruolo. Non abbiamo l’obbligo di vendere nessuno. Noi il 9 ci ritroviamo e la prima gara ci sarà il 16 febbraio con il campionato che inizia a marzo”.

Addio a Cuadrado: il futuro dell’esterno della Juventus

Al vice direttore sportivo del club ucraino è anche arrivata una domanda sul rendimento di Juan Cuadrado e sulla possibilità che la Juventus intervenga subito sul mercato per trovare un nuovo esterno. Il giocatore di quest’anno non è un top da Juventus“, ha ammesso Nicolini. “Al massimo lui dovrebbe essere un’alternativa”.

Carlo Nicolini a calciomercato.it - www.ilveggente.it
Carlo Nicolini a calciomercato.it

“Se i bianconeri mettono in campo già tre o quattro non top e poi vanno prese delle alternative a questi, vanno anche fatte delle valutazioni, ma devono avere il coraggio di rischiare, visto che ci sono i cinque cambi”. La ricetta? Secondo Nicolini bisogna puntare sui giovani e sui nomi poco noti, badando alla qualità oggettiva dei prospetti. In certi casi conviene anche pescare in casa, fra i giovani della primavera.

“Magari non serve andare a prendere giocatori all’estero pagandoli che valgono meno dei nostri giovani”, ha concluso il vice ds.