Formazioni ufficiali Monza-Verona e Samp-Fiorentina: il pronostico marcatori

Monza-Verona e Sampdoria-Fiorentina: formazioni ufficiali, pronostico marcatori, probabili ammoniti e tiratori delle due sfide di Serie A.

Il tredicesimo turno di Serie A, prima dei big match rappresentati dalla stracittadina romana e dal derby d’Italia, offre due confronti importanti alle 15. Quasi tutto pronto, infatti, per il fischio d’inizio di Monza-Verona e Sampdoria-Fiorentina, squadra che per motivi diversi vanno a caccia di punti importati con cui rimpolpare le proprie posizioni in classifica. Ecco le scelte degli allenatori:

RFS Riga-Fiorentina, Conference League: diretta tv, formazioni, pronostici
Jovic ©️Ansafoto

MONZA (3-4-2-1): Di Gregorio; Izzo, Marlon, Caldirola; Ciurria, Rovella, Sensi, Carlos Augusto; Pessina, Caprari; Dany Mota

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Faraoni, Magnani, Gunter; Depaoli, Hongla, Veloso, Lazovic; Tameze, Kallon; Henry

SAMPDORIA (3-5-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Amione, Augello, Villar, Leris, Djuricic, Montevago, Caputo. All. Stankovic.

FIORENTINA (4-3-3): – Terracciano; Dodò, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Mandragora, Duncan; Ikonè, Jovic, Kouamé. All. Italiano

Monza-Verona, Samp-Fiorentina: il pronostico marcatori

Jovic e Caprai potrebbero mettere a segno almeno una rete ciascuno. I due bomber hanno l’obbligo di caricarsi la squadra sulle spalle, in due match dal peso specifico non indifferente che potrebbero orientare in maniera importante le stagioni delle rispettive compagini. Il serbo della Fiorentina è apparso in crescita, più a suo agio nello scacchiere tattico con cui Italiano sta provando a rimodulare la propria creatura. I blucerchiati lasciano molti spazi nel cuore della propria area di rigore, non sempre perfetti nelle marcature preventive. Un discorso simile lo si può fare per Caprari, che con la sua esperienza e la sua tecnica potrebbe graffiare in almeno una circostanza.

Probabili ammoniti e tiratori di Monza-Verona e Samp-Fiorentina

Ci sono grosse chances che Faraoni inquadri lo specchio della porta avversaria in almeno una circostanza, così come Sensi e Bonaventura. Rischiano seriamente di finire sul taccuino del direttore di gara Rincon e Tameze, non sempre perfetti nei loro recuperi in mezzo al campo.