Berrettini, ci mancava questa: accuse pesanti e scuse social

Berrettini nel mirino: ecco cosa è successo nella notte e perché il tennista romano è stato travolto dalle polemiche.

Non è raro che gli atleti stravedano per altri sport, oltre che per quello che praticano. Anche Matteo Berrettini ad esempio, come altri campioni di discipline diverse, ha un debole per il basket. Tant’è che quando è in trasferta negli Stati Uniti non disdegna mai di fare una capatina al palazzetto per assistere di persona ai match in programma.

Berrettini
Instagram

Nello scorso mese di marzo, guarda caso, aveva approfittato del suo viaggio a Los Angeles per godersi dal vivo la performance del suo giocatore del cuore. Che sarebbe, nello specifico, il mitico LeBron James, cestista dei Lakers amato e ammirato in tutto il mondo.

Il 37enne dell’Ohio in questo fine settimana ha messo a segno l’ennesimo record di una carriera assolutamente straordinaria. Ha dato spettacolo al suo rientro in Drew League, mettendo in cassaforte la bellezza di 42 punti. Una prestazione che, manco a dirlo, ha mandato in brodo di giuggiole i suoi sostenitori.

Berrettini, le emoji finiscono nel mirino

Berrettini
Instagram

Anche Berrettini si è goduto lo show di King James e ha ben pensato, ad un certo punto, di dedicare al suo idolo un post su Instagram. Voleva essere una storia celebrativa, la sua, ma il tennista romano è rapidamente finito sotto accusa per via di un subdolo errore di valutazione che gli è costato una marea di critiche.

Nell’omaggiare LeBron, Matteo ha scelto di usare due emoji: quella di una corona e quella di un gorilla. Cosa che non è piaciuta affatto al popolo dei social, al punto tale che le accuse di razzismo sono proliferate in men che non si dica. Il campione romano, dal canto suo, ha subito provveduto a cancellare la storia ritenuta offensiva e a diffondere un messaggio di “scuse“.

“Mi dispiace se il mio post della storia precedente ha offeso qualcuno – ha scritto il numero 15 del ranking Atp su Instagram – Mi è stato detto che può essere facilmente interpretato in maniera sbagliata, quindi l’ho cancellato. LeBron è il mio più grande idolo. Modello e ispirazione incredibile”.