Kyrgios in finale col magone: il messaggio social a Nadal

Kyrgios in finale col magone, il tennista australiano è sicuro di giocare l’ultimo atto di Wimbledon: ecco cosa ha scritto al collega maiorchino. 

Di un giocatore come Nick Kyrgios si è sempre detto di tutto e di più. Esuberante, irriverente, provocatore, testa calda e chi più ne ha più ne metta. Un carattere complesso e che forse fa a pugni con le sue illimitate doti tecniche. Stefanos Tsitsipas, dopo averlo affrontato una settimana fa a Wimbledon in un memorabile match di terzo turno, l’ha addirittura accusato di comportarsi da “bullo” per via del suo modo di agire in campo, assolutamente non convenzionale e decisamente atipico nel panorama tennistico odierno.

Kyrgios
Nick Kyrgios ©️Ansafoto

Si può tacciarlo di tutto, l’estroso giocatore australiano, ma non di essere disonesto intellettualmente. Kyrgios infatti ha sempre riconosciuto i suoi errori e soprattutto reso merito alle qualità degli avversari. Domenica giocherà la sua prima finale Slam, un traguardo che probabilmente avrebbe potuto raggiungere già qualche anno fa, ma non era ancora pronto. Maturo, verrebbe da dire. Oggi avrebbe dovuto affrontare Rafa Nadal in una semifinale che aveva già stuzzicato il palato degli appassionati. “Sarà una delle più viste di sempre”, aveva annunciato il nativo di Canberra con la sua solita prosopopea.

Kyrgios in finale con il magone, “Rafa, non vedo l’ora di rivederti in salute”

Kyrgios
Kyrgios e Nadal ©️Ansafoto

Semifinale che tuttavia non avrà mai luogo a causa del ritiro dello spagnolo, fermato da uno strappo muscolare di ben sette centimetri. Un brutto infortunio che l’aveva condizionato anche nel quarto di finale con lo statunitense Fritz, vinto dopo cinque drammatici set. Kyrgios approda dunque nell’ultimo atto – domenica sfiderà il vincente del match tra Novak Djokovic e Cameron Norrie – senza scendere in campo. Il suo entusiasmo sarà certamente alle stelle ma siamo abbastanza sicuri che allo stesso tempo rimpiangerà di non aver potuto giocare quella partita con il ventidue volte campione Slam.

E magari batterlo come fece nell’anno del suo esordio a Church Road, nel 2014. Ieri sera è infatti comparso sul suo profilo Instagram un messaggio di sostegno a Nadal: “Differenti giocatori, differenti personalità. Rafa Nadal spero che il tuo percorso di guarigione vada per il meglio e speriamo tutti di vederti presto in salute! Alla prossima volta”.