Berrettini presto sposo: la romantica proposta sotto la pioggia

Berrettini celebra l’arrivo in finale al Queen’s Club con la proposta più romantica di tutti i tempi: ecco cosa è successo.

Più che al Queen’s Club di Londra pareva di stare al Foro Italico. Dire che il pubblico inglese abbia accolto Matteo Berrettini con grande entusiasmo sarebbe, infatti, estremamente riduttivo. Lo acclama, fa il tifo per lui, lo incita. Lo sostiene quando la situazione lo richiede e gioisce ad ogni suo punto.

Berrettini
Instagram

Ed è, questo, un vantaggio di non poco conto, quando non giochi in casa ma in un territorio “straniero”. Avere i tifosi dalla tua parte è un privilegio che non tocca però a tutti, ma solo ai tennisti che, come lui, sanno conquistare indipendentemente dalla nazionalità e da tutto il resto.

E lui, ormai è chiaro, è uno di quei campioni che mettono tutti d’accordo. Un ragazzo per il quale è effettivamente un piacere parteggiare, perché nonostante il successo che gli è piovuto addosso è ancora un ragazzo semplice e umile come pochi. Che non vuole che si accosti il suo nome a quello delle leggende del tennis perché non si reputa alla loro altezza.

Non resiste a Berrettini: proposta di matrimonio in pubblico

Le sue doti indubbie non sono passate inosservate. Vuoi perché è bravo, vuoi perché è anche bello, il suo fascino miete vittime a go-go ovunque si rechi. Basti pensare che ieri, al termine della partita che gli ha garantito l’accesso alla finale del Queen’s, ha ricevuto la proposta più romantica di sempre.

Stava commentando la sua vittoria al microfono posto a centro campo quando, all’improvviso, qualcuno dagli spalti ha tentato il tutto per tutto: “Mi vuoi sposare?” ha urlato a squarciagola, raggiungendo il suo obiettivo e facendosi sentire anche da quello che, a quanto pare, è l’uomo dei suoi sogni.

Matteo, ridendosela di gusto, si è voltato verso la tribuna e ha prontamente risposto “Fammici pensare”, scatenando l’ilarità del pubblico. Il siparietto, manco a dirlo, ha fatto il giro dei social, divenendo virale e confermando che, tra le tante doti di cui dispone, c’è anche l’ironia.