Donnarumma nei guai: risposta stizzita e processo social già perso

Donnarumma è nei guai: la risposta stizzita del giocatore alla giornalista della Rai ha fatto scattare il processo sui social

Fascia da capitano al braccio, e l’ennesimo errore in disimpegno che ha ulteriormente aggravato il risultato della sfida di ieri in Nations League contro la Germania. Una legnata in terra tedesca con cinque gol sul groppone che rimescolano ancora le carte dentro gli azzurri, visto che sembrava decisamente essere a un punto di svolta la nuova gestione Mancini. Ovviamente troppi giovani, e le belle parole dei giorni scorsi erano anche esagerate da un lato. Ma si intravedeva sicuramente qualcosa di buono, spazzato via però dall’undici di Flick. Squadra di altra categoria.

Donnarumma
Donnarumma ©️LaPresse

E nel mirino alla fine c’è finito di nuovo Donnarumma per quell’errore che ha regalato a Werner la doppietta in due minuti. L’ennesimo in disimpegno del portiere del Psg che a specifica domanda ha risposto in maniera stizzita. Dimenticando, però, che un errore del genere, che non aveva portato comunque al gol, lo ha commesso anche contro l’Inghilterra al quinto minuto di gioco. E anche con la Svizzera nel recupero. Lui s’è ricordato solamente quello contro il Real Madrid. Ma è stato l’atteggiamento in generale a far partire il processo sui social.

Donnarumma, la risposta e il processo

Bene: sotto potrete vedere il video di questa risposta di Donarumma a Tiziana Alla, giornalista della Rai che ha iniziato a seguire da bordocampo la nazionale azzurra in quella rotazione voluta dalla nuova direzione sportiva dentro la rete nazionale. “Imbarazzante” dice qualcuno sui social. Altri invece ci vanno giù pesante, condannando senza se e senza ma l’atteggiamento del portiere. Tutti a difesa, giustamente, della Alla, che ha fatto solamente il proprio lavoro. Insomma, sotto il video e qualche altra reazione nei confronti del portiere del Psg. Che è al centro anche di continue voci di mercato. Insomma, un’estate tutt’altro he serenissima.