Internazionali d’Italia, guai in vista: la decisione ufficiale fa discutere

Internazionali d’Italia, la notizia dell’upgrade del torneo offuscata da una decisione che potrebbe avere ripercussioni non indifferenti.

L’entusiasmo dei giorni scorsi potrebbe scemare man mano che passano le ore. Il possibile upgrade del Masters 1000 di Roma aveva generato ancor più aspettative attorno a questa edizione del mitico torneo capitolino. In considerazione, soprattutto, del fatto che l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare proprio durante la settimana in cui si disputerà.

Internazionali d'Italia
©️Ansafoto

Una nuova notizia potrebbe però “offuscare” la felicità derivante dall’ipotesi che ha tenuto banco in queste ore. Notizia che non riguarda il pubblico ma i protagonisti dell’attesissima competizione, che potrebbero a questo punto determinarsi in maniera diversa da come avevamo immaginato.

Il montepremi degli Internazionali d’Italia è stato tagliato. È calato del 40% rispetto a quanto previsto in un primo momento. E senza che sia stata fornita, a quanto pare, una spiegazione plausibili ai giocatori che lotteranno per accaparrarsi il titolo al Foro Italico.

Internazionali d’Italia, il montepremi si riduce: che faranno i giocatori?

Internazionali d'Italia
©️LaPresse

Dei 4,3 milioni di euro prospettati all’inizio, ne sono rimasti “solo” 2,7. Il Masters 1000 di Roma mette in palio, sostanzialmente, lo stesso montepremi previsto per il Barcelona Open, che è un Atp 500. Un taglio che sembra stridere, peraltro, con un secondo annuncio che era risale ai giorni scorsi.

Gli organizzatori, come rivelato anche da Live Tennis, avevano fatto sapere che la vendita dei biglietti stava andando alla grande. Che dopo i due anni di black out dovuti alla pandemia da Covid-19, quella ormai alle porte sarebbe stata un’edizione da record.

Avevano fatto notare che era già stato venduto l’11% di biglietti in più rispetto agli Internazionali d’Italia del 2019. Per questo motivo proprio non si riesce a comprendere cosa possa aver determinato questa decisione. E va da sé, naturalmente, che la stessa potrebbe avere conseguenze non prevedibili sulla presenza dei maggiori tennisti del circuito al Foro Italico.