Musetti-Evans e quelle parole di troppo: “Vergognoso”

Musetti-Evans, non corre buon sangue tra il carrarino e il britannico. Ecco cosa è successo in campo tra i due rivali del Barcelona Open.

Il destino deve aver pensato che nulla di irrisolto dovesse rimanere tra Lorenzo Musetti e Daniel Evans. Non si spiega, altrimenti, come mai abbia beffardamente deciso di rimetterli l’uno contro l’altro ad un anno di distanza dall’incontro in cui la tensione ha raggiunto livelli piuttosto elevati.

Musetti-Evans
©️LaPresse

Riavvolgiamo il nastro. Nel mese di aprile di un anno fa, a Cagliari, l’italiano e il britannico si erano affrontati agli ottavi del Sardegna Open. A trionfare, approfittando di un match point sciupato dall’avversario, era stato il carrarino, ma solo al termine di una gara intensa e piuttosto accesa, all’insegna delle polemiche e delle provocazioni.

Evans ne aveva dette di tutti i colori al suo rivale italiano. Ha cercato più volte di innervosirlo e ha polemizzato, come se non bastasse, su un presunto doppio rimbalzo che era certo di aver visto. Musetti aveva reagito solo al termine del match, riservando delle parole molto dure al 33enne.

Musetti-Evans e quel problema irrisolto

Musetti-Evans
Daniel Evans ©️LaPresse

“Io sono giovane, ho poca esperienza, ma non mi va di essere trattato come un ragazzino. Evans – aveva detto Lorenzo dopo la gara in Sardegna – per tutto il match è stato polemico, mi ha dato fastidio e mi ha mancato di rispetto. Però alla fine ho vinto, ed è questo che conta”.

Poco più di 365 giorni sono trascorsi da allora, ma Evans non ha ancora dimenticato. “Penso – aveva detto il britannico – come fa sapere la Gazzetta dello Sport – che Musetti dovrebbe imparare le buone maniere. Il modo in cui mi ha accusato e le cose che ha detto contro di me dopo la partita è stato vergognoso“.

“Se un giorno vorrà scusarsi – ha aggiunto – allora gli risponderò. Ma non voglio parlare di lui in una giornata così importante”. Musetti non aveva più parlato di quel battibecco, ma ecco che il destino ci ha messo lo zampino apparecchiando la tavola per un nuovo incontro/scontro. Cosa succederà oggi al Barcelona Open?