Lui è uno sportivo, ma la sua mamma viene prima di tutto: chi è?

Il bambino ritratto insieme alla mamma in questa fotografia è diventato un vero e proprio campione: sapresti dire di chi si tratti?

Dire che sia l‘eroe del giorno è dire poco. Non c’è campione che al momento sia più osannato di lui. E ha ragione, il pubblico dei social, ad acclamarlo in questo modo. È proprio nel momento in cui tutto gli contestavano il fatto di aver preso una decisione molto drastica – aver mollato Piatti per Vagnozzi – che lui ha tirato fuori il meglio di sé.

Sinner
Instagram

Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Jannik Sinner, è di lui che parliamo, sta lottando con le unghie e con i denti per difendere i punti intascati nella precedente edizione del Miami Open. Allora arrivò in finale e perse contro Hubert Hurkacz, per cui sa bene quanto sia importante tenersi stretto quel bottino.

In questo Masters 1000 sta galoppando come un forsennato. Ha confermato di essere un giocatore come se ne vedono pochi in giro e ha dimostrato, soprattutto, di poter raggiungere livelli di concentrazione e di “freddezza” – rispetto alle circostanze, s’intende – veramente sconvolgenti.

Sinner e quella dichiarazione d’amore per mamma Siglinde

Sinner
Instagram

Nel match contro l’iracondo Nick Kyrgios ha saputo mantenere l’atteggiamento distaccato che serviva per rimanere estraneo a quello che stava combinando il suo avversario. E tutti si stanno comprensibilmente chiedendo, sui social, come faccia ad essere così. A sentir lui il merito sarebbe di due persone, ma di una in particolare: la sua mamma.

Sinner ha sempre detto che sono stati i suoi genitori a trasmettergli la cultura del lavoro e i valori che lo caratterizzano come uomo e come campione. A giudicare da quello che ha scritto, qualche tempo fa, a margine di una fotografia affidata ai social, sembra però evidente che abbia un rapporto ancor più speciale con la donna che lo ha messo al mondo.

Mi sento così fortunato ad avere la mamma migliore“: commentò così il dolcissimo scatto che lo ritrae, da bambino, insieme a lei, l’orgogliosa Siglinde. Lei che viene prima di tutto il resto, come raccontò una volta Jannik al Corriere della Sera: “Il tennis arriva molto dopo l’affetto e la salute delle persone a cui voglio più bene”. Perché dietro un grande campione, si sa, c’è sempre una grande donna.