Guerra in Ucraina, decisione presa: stop alle scommesse sportive

Guerra in Ucraina, le principali agenzie di scommesse hanno deciso: stop alle puntate a partire da questo momento.

L’opera di “isolamento” della Russia va avanti senza sosta. Dopo aver estromesso la Sbornaja dagli spareggi per i Mondiali in Qatar, e aver vietato allo Spartak Mosca di partecipare all’Europa League, un’altra drastica decisione che si ripercuoterà sul fronte sportivo è stata assunta in queste ore.

Guerra in Ucraina
Instagram

La Snaitech ha sospeso, per via della guerra in Ucraina, tutte le scommesse sugli eventi sportivi che, da qui in avanti, si terranno nel territorio russo. La notizia è stata comunicata tramite un’apposita nota stampa. E denota chiaramente come la società italiana si sia schierata con quanti stiano invocando ormai da giorni il cessate il fuoco.

La misura avrà effetto immediato, tant’è che già oggi sono definitivamente scomparse dal palinsesto Snai le giocate relative ai campionati di calcio russi, sia maschili che femminili. Stesso discorso per gli altri sport, come il basket, la pallavolo, il tennis tavolo e l’hockey ghiaccio, tutti molto seguiti nello Stato che ha attaccato l’Ucraina.

Guerra in Ucraina, non si può più puntare sugli eventi sportivi in Russia

Guerra in Ucraina
Instagram

Si è provveduto a cancellare, ancora, le scommesse che riguardavano le partite che si svolgeranno in Bielorussia. La Snaitech ha però fatto comunque sapere, a scanso di equivoci, che tutte le puntate effettuate nel periodo antecedente la sospensione saranno regolarmente pagate.

Si è accodata alla decisione della Snai anche Bet365. Analogamente, ha cancellato dal proprio palinsesto tutte le puntate che avevano a che fare con eventi e competizioni in programma nel territorio russo.

L’Italia non è il solo Paese ad essersi mosso in tal senso nel tentativo di favorire un auspicatissimo ritorno alla pace. Anche Happybet, l’operatore attivo sia online che su canale retail che gestisce le scommesse in Austria e in Germania ha adottato lo stesso provvedimento.