Berrettini, destinazione Paradiso: “Vorrei fare due palleggi con lui”

Berrettini, una mania che ha contagiato proprio tutti: ecco chi, a gran sorpresa, ha rivelato di voler fare due palleggi insieme a lui. 

Matteo Berrettini è ormai una vera e propria icona e il popolo italiano ha imparato a conoscerlo grazie all’incredibile impresa di cui si è reso protagonista a Wimbledon. La parentesi sul prato di Londra gli ha regalato la popolarità a 360°, col risultato che ora anche chi non segue affatto il tennis lo ama.

Berrettini
Instagram

Lo dimostra il fatto che al Festival di Sanremo e a Masterchef sia stato accolto come un eroe nazionale e che sui social network si sia ampiamento discusso delle sue comparsate in televisione. La Berrettini mania è insomma esplosa a tutte le latitudini e chiunque farebbe carte false per incontrarlo e, perché no, fare due palleggi insieme a lui.

Persino un “insospettabile” come Tommaso Paradiso, che ha raccontato in esclusiva alla Gazzetta dello Sport di avere una passione smisurata per lo sport in cui il bel Matteo è un asso senza se e senza ma. Il cantautore non si è limitato, però, a dire questo: è andato ben oltre.

La Berrettini mania contagia anche Tommaso Paradiso

Berrettini
Tommaso Paradiso (Instagram)

L’interprete di “Non avere paura”, tra i più apprezzati della scena musicale italiana, non si è risparmiato. Nel chiacchierare con la Gazzetta di questo amore per il tennis si è lasciato andare a diverse considerazioni e rivelazioni. Ha fatto sapere, innanzitutto, di preferire Roger Federer a Rafael Nadal.

Dopodiché, spostando l’attenzione sul panorama italiano, il discorso è inevitabilmente andato a parare lì. Tommaso Paradiso ha dapprima confessato di essere un fan del campione romano, e poi ha fatto sapere ai lettori di avere un sogno nel cassetto.

Vorrei fare due palleggi con Berrettini – ha rivelato il famoso cantante nostrano – Mi piace tanto, fisicamente è messo bene, ha un dritto cannone e un servizio micidiale. Ha tutte le credenziali per essere un grandissimo. Se migliora nel rovescio – questa la sua considerazione finale – è da top 3″.