Formazioni ufficiali Fiorentina-Juventus | Pronostico marcatori, ammoniti e tiratori

Formazioni ufficiali Fiorentina-Juventus: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori della sfida del “Franchi”.

Sono state diramate le formazioni ufficiali di Fiorentina-Juventus, gara valida per l’andata delle semifinali di Coppa Italia. Appuntamento al quale la compagine di Allegri si presenta con molte defezioni, a causa delle quali il tecnico livornese è stato costretto a varare una formazione alternativa, dando spazio dal primo minuto ad Aké, e preferendo Kean a Morata, almeno dal 1′.

Alvaro Morata ©️LaPresse

Farà il suo ritorno a quella che è stata la sua dimora Dusan Vlahovic, che verrà accolto presumibilmente da bordate di fischi. Il serbo avrà il compito di guidare un attacco che nelle ultime uscite stagionali non può non prescindere dalla verve realizzativa dell’ex Fiorentina. I Viola, dal canto loro, hanno tutta l’intenzione di dare filo da torcere all’acerrima rivale, risalendo la china dopo lo stop in campionato contro il Sassuolo. Ecco le scelte dei due allenatori:

FIORENTINA: (4-3-3) Terracciano; Biraghi, Milenkovic, Igor, Odriozola; Bonaventura, Torreira, Castrovilli; Saponara, Piatek, Ikoné.

JUVENTUS (3-5-2): Perin; Danilo, de Ligt, De Sciglio; Aké, Locatelli, Arthur, Rabiot, Pellegrini; Vlahovic, Kean

Fiorentina-Juventus, il pronostico marcatori

I riflettori saranno tutti puntati su Dusan Vlahovic, e non potrebbe essere altrimenti: il serbo – come annunciato da Italiano nella conferenza stampa della vigilia – ha tutte le carte in regola per far male alla sua ex. Partita speciale per lui, e la sensazione è che DV7 possa seriamente mettere il suo sigillo. Occhio, però, ad Alvaro Morata e a Piatek: lo spagnolo parte dalla panchina ma a gara in corso ha dimostrato di essere in grado di fare la differenza, mentre l’ex Milan è apparso in palla.

Fiorentina-Juventus, probabili ammoniti e tiratori

Rischio giallo per Locatelli: l’ex Sassuolo, che a causa delle tante defezioni nella zona nevralgica del campo verrà impiegato nella posizione di mezzala, potrebbe avere difficoltà a reggere i ritmi impressi dalla squadra di Italiano, finendo sul taccuino del direttore di gara. Aké potrebbe trovare il tiro in almeno una circostanza.