Formazioni ufficiali Milan-Inter | Pronostico marcatori, ammoniti e tiratori

Milan-Inter, le formazioni ufficiali: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori della gara d’andata della semifinale di Coppa Italia.

Milan ed Inter non stanno attraversando periodi di forma esaltanti, ragion per cui si affacciano alla gara valida per l’andata della semifinale di Coppa Italia con la consapevolezza di giocarsi una grande possibilità di imprimere una svolta forse decisiva al proseguo della stagione.

Salernitana-Milan
Rafael Leao ©️LaPresse

La doppietta di Giroud nell’ultimo derby, ha inferto un duro colpo alle fin lì granitiche certezze dell’Inter, che sia in campionato sia in Champions League, sembra essere la lontana parente di quella scoppiettante ammirata un mese fa. C’erano dei dubbi relativi al possibile utilizzo di Lautaro Martinez: alla fine, Inzaghi ha deciso di affidarsi nuovamente al “Toro”, con Sanchez relegato in panchina. Soprese Saelemaekers e Florenzi per i rossoneri. Ecco le scelte dei due allenatori:

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Tomori, Romagnoli, Hernández; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Krunić, Leão; Giroud.

INTER (3-5-2): Handanović; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozović, Çalhanoğlu, Perišić; Martínez, Džeko.

Milan-Inter, il pronostico marcatori: fattore Leao?

Reduce da un periodo di forma assolutamente esaltante, Rafa Leao potrebbe confermarsi anche in quello che ha tutta l’aria di essere una delle gare più importante delle stagione. Il portoghese potrebbe far male ad una retroguardia che ha evidenziato qualche scricchiolio di troppo. Per contro, Lautaro Martinez dovrebbe ritornare al goal: la difesa del Milan, anche contro l’Udinese, ha patito la verve degli attaccanti avversari, e l’argentino vuole gettarsi alle spalle un periodo no.

Probabili ammoniti Milan-Inter: gli eventuali tiratori

Rischio giallo per Florenzi, che dovrà fronteggiare un Perisic apparso in forma stratosferica: vero e proprio fattore, il croato dovrebbe inquadrare lo specchio della porta in almeno una circostanza. Occhio a Calhanoglu, ex dal dente avvelenato: anche il turco potrebbe far male a Maignan, soprattutto con tiri da fuori.