Francesca Baraghini, che imbarazzo al parco | Quel “Ti amo” urlato ad alta voce

Francesca Baraghini, il racconto sui social scatena la reazione dei fan: ecco perché l’ultimo post della padrona di casa di Sky TG24 è stato così chiacchierato. 

Ha fatto la gavetta. Quella vera. Ed ha accumulato così tanta esperienza, negli anni, da essere ormai una delle migliori giornaliste presenti sulla scena italiana. Un mix di fascino e di competenza che fa di Francesca Baraghini una professionista stimata e ammirata dai telespettatori.

Francesca Baraghini
Instagram

Oggi la bella genovese è conduttrice di Sky TG24, ma prima di approdare negli studi del colosso ha fatto veramente tanta strada. Il suo cammino nel mondo delle news è iniziato nel lontano 2009. Tra carta stampata ed emittenti, si è fatta le ossa in tutti i modi possibili e immaginabili.

Nel suo vasto curriculum vanta esperienze col Secolo XIX, ma anche con la Gazzetta dello Sport. Ha una visione quanto più ampia possibile del giornalismo e sa destreggiarsi alla perfezione in qualunque campo. Ecco spiegato, quindi, perché ad un certo punto la pay tv abbia messo gli occhi su di lei.

Francesca Baraghini, un siparietto tutto da ridere

Francesca Baraghini
Instagram

E poi la cosa bella è che Francesca Baraghini è la classica donna della porta accanto. Sui social è attivissima, come le colleghe Diletta Leotta e Federica Masolin, ed è sempre attenta a proporre ai suoi follower contenuti che vadano al di là delle foto autopromozionali. Li coinvolge sempre, anzi, in discussioni interessanti, raccontando loro di tutto un po’.

Qualche ora fa, ad esempio, ha voluto condividere con i fan un siparietto divertentissimo. Proprio quel che ci voleva per smorzare la tensione in questi giorni di comprensibile nervosismo. “Al parco, improvvisamente – ha racconto la giornalista si sente il grido di una ragazza che fa: “Ti amo, dai!”. Che diventa un “Ti amo… su!” e “Ti amooooo, allora!”, e “Ti amoooooooooooo!”. Ci abbiamo messo un po’, tra tutti, e ridendo fortissimo poi, che è il nome del cane. (Ancora rido)”.

I follower le hanno fatto notare che quel nome non era casuale e lei, curiosa, ha voluto interagire con loro e andare a fondo della questione. Scoprendo in questo modo che, probabilmente, si era deciso di chiamare il cane in quel modo in onore delle protagoniste di “Tutta colpa di Freud“, che nel film intendevano fare proprio questo.