Formazioni ufficiali Inter-Liverpool | Pronostico marcatori e tiratori

Inter-Liverpool, formazioni ufficiali e pronostico marcatori: le ultime sulla gara di San Siro, valida per gli ottavi di Champions League.

Una partita speciale. Così l’ha etichettata Jurgen Klopp, e gli ingredienti per assistere ad un grande spettacolo a San Siro ci sono tutti.

Real Madrid-Inter
Lautaro ©️LaPresse

Sta per calare il sipario su Inter-Liverpool, match valido per l’andata degli ottavi di finale di Champions League. Appuntamento al quale i nerazzurri si presentano con la squadra tipo, eccezion fatta per la squalifica di Barella, che paga l’espulsione al Bernabeu. Bastoni ce la fa e comporrà il canonico trio difensivo che dovrà fare tutto il possibile per limitare le sfuriate del tridente dei Reds. Inzaghi ha scelto Lautaro Martinez in attacco: il “Toro” agirà al fianco di Edin Dzeko.

INTER (3-5-2) Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Dumfries, Vidal, Brozovic, Calhanoglu, Perisic, Dzeko, Lautaro.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson, Alexander-Arnold, Konatè, Van Dijk, Robertson, Fabinho, Thiago Alcantara, Elliott, Mane, Salah, Jota.

Pronostico marcatori Inter-Liverpool: Lautaro Martinez e Salah pericoli numeri uno

Nelle grandi occasioni, Lautaro Martinez ha sempre risposto presente. L’argentino, che non sta vivendo il suo periodo di forma più entusiasmante, ha comunque messo il suo sigillo nel match di Supercoppa contro la Juve. Lautaro potrebbe trovare spazi invitanti nella non sempre irreprensibile difesa dei Reds, che amano attaccare difendendo, lasciando sovente 30 metri di campo dietro la linea degli ultimi difensori. Piuttosto che Dzeko, sembra essere Martinez il principale candidato a trovare il goal, nelle fila nerazzurre. Di contro, La classe di Salah sarà il pericolo numero uno: pensare che l’egiziano possa bissare la rete contro il Milan, non è ipotesi utopistica, anzi.

Pronostico ammoniti e tiratori Inter-Liverpool

A sostituire lo squalificato Barella ci sarà Arturo Vidal: il cileno non è al top della forma, e potrebbe fare fatica a reggere il ritmo imposto dal centrocampo di Klopp: il rischio cartellino giallo è…dietro l’angolo. A proposito di calci da fermo: Calhanoglu ha promesso battaglia alla vigilia: il turco potrebbe centrare la porta in almeno due circostanze, zittendo i detrattori per i quali l’ex Milan non risulterebbe decisivo nelle partite clou.