Eurovision 2022, un italiano per San Marino | Mahmood risponde all’attacco

Eurovision 2022, ecco chi secondo gli analisti rappresenterà San Marino e chi la spunterà in questo inedito derby all’italiana. 

Da una parte Achille Lauro. Dall’altra Mahmood e Blanco. Sono tutti italiani, ma all’Eurovision 2022 si ritroveranno a gareggiare l’uno contro l’altro. E senza neanche rappresentare gli stessi colori, sebbene sia il duetto che il solista siano orgogliosamente nostrani in tutto e per tutto.

Eurovision 2022
Instagram

Il derby azzurro che andrà in scena al Song Contest sarà quanto di più singolare possa accadere in un evento di tale portata. Il cantante veronese, all’anagrafe Lauro De Marinis, è a tanto così dal rappresentare San Marino. I neo vincitori di Sanremo, invece, canteranno per far trionfare il Bel Paese nell’importante gara canora.

Achille Lauro, tra i tanti pretendenti, è quello che a detta dei bookmaker ha maggiori possibilità di essere scelto dal microstato europeo. Tananai ci sperava, così come La Rappresentante di lista, ma pare non esserci storia per coloro i quali si erano candidati nella speranza di poter partecipare all’Eurovision.

Leggi anche: Criptovalute in regalo, il Qr code fa impazzire tutti: record di accessi

Il derby italiano all’Eurovision 2022 fa impazzire i bookmaker

Eurovision 2022
Instagram

Le quote degli analisti sono abbastanza nette: Achille Lauro è favoritissimo e non dovrebbe esserci storia né per il rapper Blind, che si piazza subito dopo ma con una quota ben più alta, per Valerio Scanu, per Tony Cicco e per tutti gli altri che, come quelli appena citati, c’avevano tanto sperato.

Ma cosa dicono i bookmaker, invece, a proposito del derby italiano che sarà a tutti gli effetti una minigara nella gara vera e propria? Anche in questo caso, i numeri non lasciano spazio ad alcuna interpretazione.

Indipendentemente da chi rappresenterà San Marino, a trionfare nel testa a testa saranno sempre e comunque Mahmood e Blanco. Il loro successo è sempre più scontato: qualche giorno fa la loro vittoria era data a 4, ma è scesa ulteriormente. Ora la posta vale 3,50: avranno ragione loro?