Next Gen Atp Finals, montepremi e regolamento | Quanto guadagna il vincitore

Next Gen Atp Finals
Gli otto protagonisti delle Next Gen Atp Finals 2021 ©️Getty Images

Next Gen Atp Finals, come funziona il torneo pensato per i giovani talenti che prende il via oggi da Milano. Le differenze rispetto ai match classici non sono poche.

Le chiamano “mini-Finals”, essendo modellate sul medesimo format del torneo che mette di fronte, a fine anno, gli otto migliori tennisti della stagione. Con la differenza, però, che a sfidarsi in questo caso sono gli Under-21 che hanno totalizzato più punti nell’Atp Race. Nate nel 2017 con il chiaro intento di regalare ai giovani talenti del panorama tennistico mondiale un’ulteriore occasione per mettersi in mostra, le Next Gen Atp Finals si svolgono a Milano, in Italia, e le sue regole differiscono da quelle classiche normalmente applicate nel circuito. Quella di introdurre alcune novità fu all’epoca una scelta ben precisa. Una sorta di sperimentazione: testare un modello che, nel caso dovesse funzionare, potrebbe essere adottato in futuro anche negli altri tornei. Innanzitutto, si aggiudica il set chi arriva per primo a quattro giochi. In caso di 3-3, subito spazio al tie break.

Poi c’è il famoso “killer point”: chi lo mette a segno sul 40-40 vince il gioco, senza dover ricorrere ai vantaggi. Le partite, invece, sono sempre al meglio dei cinque set. Altre regole “particolari” sono la possibilità di ricorrere al coaching – i tennisti possono interfacciarsi con il proprio allenatore – un solo Medical Time Out e i toilet break ridotti a tre minuti.

Next Gen Atp Finals
L’Allianz Cloud di Milano, sede dell’evento ©️Getty Images

Next Gen Atp Finals, al vincitore vanno quasi 350mila euro

Nell’albo d’oro, finora, ci sono finiti il sudcoreano Chung (2017), il greco Tsitsipas (2018) e il nostro Jannik Sinner. L’azzurro trionfò nel 2019 ed è ancora oggi è il detentore del titolo: nel 2020, infatti, le Next Gen Atp Finals furono annullate a causa della pandemia. L’edizione che prenderà il via oggi vede ai nastri di partenza Carlos Alcaraz – favoritissimo per la vittoria finale – Brandon Nakashima, Juan Manuel Cerundolo, Holger Rune, Sebastian Korda, Hugo Gaston, Sebastian Baez oltre all’azzurro Lorenzo Musetti.

Divisi in due gironi da quattro, solamente i primi due classificati accedono alle semifinali. In caso di parità tra due giocatori si tiene conto dello scontro diretto. Se invece sono in tre a finire a pari punti, allora si conteggiano set e game. La vittoria del torneo non dà punti Atp ma il vincitore (se imbattuto) intascherà quasi 350mila euro.