Calciomercato Milan e Inter, derby a costo zero per il bomber del futuro

Calciomercato Milan e Inter
Simone Inzaghi e Stefano Pioli ©️Getty Images

Calciomercato Milan e Inter, derby a costo zero per il bomber del futuro: è quello di cui hanno bisogno Pioli e Simone Inzaghi.

Milan e Inter hanno iniziato il campionato di Serie A molto bene e sono in lotta con il Napoli per la vittoria dello Scudetto. Al momento sono le tre principali candidate, anche se la Juventus dopo un avvio difficoltoso è in ripresa e va sempre tenuta in forte considerazione. Nonostante i risultati positivi, ci sono sempre degli aspetti che si possono migliorare e in un caso Milan e Inter hanno un punto in comune. La necessità di trovare un bomber di razza, forte nel gioco aereo, a cui affidare le chiavi dell’attacco per il futuro.

Per i rossoneri Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud rappresentano delle soluzioni immediate, ma è evidente che in futuro andrà fatta una scelta forte. I continui acciacchi dei due stanno rendendo la vita difficile a Pioli nella scelta dell’attacco, in cui sta brillando Leao che ha però delle caratteristiche differenti.

Nell’Inter invece Simone Inzaghi non ha un vero e proprio sostituti di Edin Dzeko, considerato indispensabile per l’apporto che dà nel gioco aereo. Fa salire la squadra, dialoga con i compagni, fa gol. Anche per il bosniaco però, come nei casi di Ibra e Giroud, l’anagrafe non può essere nascosta.

Calciomercato Milan e Inter, Belotti a parametro zero è la soluzione

Fiorentina-Torino
Belotti e Verdi ©️Getty Images

Nell’Inter tra l’altro, come riporta la Gazzetta dello Sport oggi in edicola, c’è la grana Alexis Sanchez. Il cileno è scontento per lo scarso impiego: appena 70 minuti complessivi. Lo ha fatto notare tramite uno sfogo “social” che non è piaciuto al club. Già lo scorso mese di gennaio del resto era stato a un passio dall’addio: lo scambio con Edin Dzeko però alla fine saltò. Un addio soltanto rimandato e che tornerà d’attualità tra appena due mesi. Aleis Sanchez guadagna 7 milioni netti, con il Decreto Crescita pesa 10,5 milioni sulle casse nerazzurre: soldi che Marotta potrebbe reinvestire per convincere Belotti a vestire il nerazzurro.

Sul fronte rinnovo del contratto non ci sono novità, e il Torino già in questo avvio di campionato sta imparando a fare a meno del “Gallo” fuori per infortunio. Le strade si separeranno a fine stagione, dopo sei anni l’attaccante vuole fare il grande salto in un top club prima che sia troppo tardi.

Inter e Milan sono pronte al derby: un profilo come quello di Belotti sarebbe perfetto, a maggior ragione perché a parametro zero: con un contratto importante, ma non faraonico, diventerebbe un vero e proprio affare.