Champions League, disservizi al via: Infinity si scusa con questo regalo

Champions League
Pixabay

Champions League, il segnale fa i capricci e disturba le partite: ecco come Mediaset Infinity ha pensato di farsi perdonare.

Non è andata proprio liscia come l’olio. Non come avrebbe dovuto, quanto meno. Il sipario si è alzato sulla Champions League, ma non senza difficoltà. Sono diversi i broadcaster che si sono aggiudicati i diritti televisivi della competizione, ma, uno di essi, ha riscontrato qualche problema durante le dirette di ieri.

Leggi anche: Champions league in tv e in streaming: tutto quello che c’è da sapere

Stiamo parlando di Infinity, che ha dovuto fare i conti, in questa prima serata di Champions League, con disservizi piuttosto diffusi. Durante Villareal-Atalanta e Malmoe-Juventus, infatti, tantissimi spettatori hanno lamentato una qualità del segnale non proprio ineccepibile.

Qualcuno si è ritrovato con lo schermo che s’è fatto nero all’improvviso; altri, invece, hanno riscontrato disguidi tecnici che hanno finito col rendere praticamente impossibile la visione della partita. La rotellina che girava al centro dello schermo, tanto per cominciare, ma non solo.

Champions League, il segnale fa i capricci: Infinity in tilt

Polemiche e lamentele, come spesso accade in questi casi, si sono rincorse, soprattutto sui social network. E così, la piattaforma Mediaset Infinity ha ben pensato di escogitare qualcosa per chiedere scusa agli innumerevoli abbonati che, ieri sera, non sono riusciti a seguire la Champions League in tranquillità.

Il mea culpa è arrivato su Twitter: “Scusate, eravate tantissimi – si legge nel messaggio di scuse pubblicato sul canale ufficiale – Ci scusiamo con chi ha avuto disservizi nonostante il problema non sia stato causato da noi. Abbiamo deciso di prolungare a tutti di 15 giorni la scadenza del mese di fatturazione di Infinity+”.

Le reazioni degli utenti non si sono fatte attendere. Qualcuno, più comprensivo, si è complimentato con Infinity scrivendo “Questo vi fa onore”. Qualcun altro, invece, pur ringraziando la piattaforma per il pensiero, annuncia di voler fare comunque disdetta, evidentemente infastidito dai disservizi che hanno sciupato l’inizio della Champions League.