Nuovo Cashback in fase sperimentale: in quali casi ti spetta il rimborso

Cashback
Pixabay

Cashback, ancora ristori per gli italiani. Ecco in quali casi e a quali condizioni si avrà diritto al rimborso sulle spese.

Il programma Cashback di Stato è ufficialmente stato “congelato” dal governo. Se ne riparlerà a gennaio, se tutto va bene. Ma, nel frattempo, c’è qualcuno che ha intuito l’enorme potenziale del sistema di rimborsi che così tanto successo aveva riscosso nella fase sperimentale e nel primo semestre del 2021.

Leggi anche: WhatsApp, i media “a tempo” fanno il boom: ma c’è una grossa falla nel sistema

Ci riferiamo ad Autostrade per l’Italia, che ha appena lanciato un’iniziativa tutta nuova. Se la squadra di Draghi ha deciso di dire stop ai rimborsi per gli acquisti pagati con bancomat, l’azienda si è ripromessa di premiare, invece la pazienza degli automobilisti che viaggiano lungo la sua vastissima rete.

Il cashback di Autostrade per l’Italia ha un fine completamente diverso da quello proposto dall’ex governo Conte. Non incentiva l’uso della moneta elettronica, ma si ripropone di ristorare gli automobilisti nel caso in cui il loro viaggio sia rallentato dai numerosi cantieri presenti lungo le tratte.

Arriva il Cashback di Autostrade per l’Italia

Cashback
©Getty Images

Per il momento, il programma è solo in fase sperimentale. Tutto si basa sull’app Free to X, sviluppata da Aspi. Seimila utenti la stanno testando e saranno proprio loro i primi, qualora vi siano le condizioni, a poter chiedere il rimborso del pedaggio in caso di rallentamenti. Che non mancheranno, se si considera che siamo nel bel mezzo dell’esodo estivo.

I tester dovranno ovviamente appurare, poi, che l’app funzioni per il meglio, segnalando eventualmente cosa non va e se ci siano migliorie da apportare. Nel momento in cui daranno il via libera, tutti gli automobilisti che viaggiano in autostrada potranno usufruire, se necessario, del programma di rimborso. La prima parte della fase sperimentale, con un numero limitato di tester, terminerà il 14 settembre; dopodiché, fino al 31 dicembre, sarà aperta a tutti. Il programma diventerà strutturale, poi, nel 2022.

Il cashback di Autostrade per l’Italia funziona sostanzialmente così: il rimborso del pedaggio pagato è proporzionale all’entità del ritardo causato dal cantiere. Potrà essere parziale, se minimo, o totale, se il ritardo supera il quarto d’ora. Non sono previsti ristori, ovviamente, nel caso in cui sul tempo di percorrenza incida la sosta all’autogrill.