Antonella Palmisano e quel primo “oro” al rientro da Rio 2016

Antonella Palmisano
Instagram

Antonella Palmisano ha vinto la sua medaglia più preziosa a Tokyo 2020. Ma, dopo Rio 2016, c’era stato un altro oro altrettanto importante per lei.

Forse è una combinazione. O forse no, non lo è. Certo è alquanto singolare, che Antonella Palmisano abbia vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020 nel giorno del suo 30esimo compleanno. Difficilmente, pur volendo, avrebbe potuto festeggiare in maniera più degna questo nuovo traguardo.

Leggi anche: Berrettini, pericolo scampato: la sua Ajla si salva da una situazione difficile

Così come è altrettanto singolare che anche lei, come colui il quale ha compiuto la stessa impresa appena 24 ore prima, sia pugliese. Sì, anche Massimo Stano, che ieri ha regalato un’altra gioia infinita al pubblico italiano, viene dal tacco d’Italia. Ed entrambi, guarda caso, hanno brillato nella marcia, portando sempre più in alto l’atletica azzurra.

Antonella Palmisano è stata assolutamente incredibile. Forse nessuno avrebbe scommesso sulla sua vittoria, e invece eccola lì, in cima al podio, dopo una serie di infortuni che sembravano aver messo a dura prova la sua condizione fisica. Macché, l’avete visto come ha iniziato a cavalcare dopo il 16° km?

Antonella Palmisano, la proposta arrivò dopo Rio 2016

Antonella Palmisano
Instagram

Ma cosa sappiamo di Antonella Palmisano, al di là del fatto che qualche minuto fa ha fatto mangiare la polvere ai suoi avversari? Che è sposata con un altro atleta, anche lui specialista di tacco e punta, ossia Lorenzo Dessi. I due si sono promessi amore eterno nel 2018, a Mottola, dopo una proposta a dir poco stupefacente.

La nuova campionessa aveva partecipato, due anni prima, alle Olimpiadi di Rio. E aveva fatto promettere al suo (allora) fidanzato che, qualora le cose fossero andate bene in Brasile, avrebbero iniziato a fare sul serio. E così, atterrata a Fiumicino, lui la sorprese nel modo più romantico possibile.

Era lì, in fondo a un tappeto rosso, con l’anello d’oro e un mazzo di fiori, che aspettava solo la sua bella. Sotto gli occhi, comprensibilmente incuriositi, dei presenti, i due suggellarono così l’inizio della loro favola d’amore. Con un oro, prezioso quanto quello della medaglia che la Palmisano ha vinto oggi, a fare da contorno.