Wimbledon, giallo scommesse truccate: indagini in corso

Wimbledon
(©Getty Images)

Wimbledon, per adesso si tratta solo di una segnalazione. Ma nei prossimi giorni potrebbero muoversi anche gli organi inquirenti.

Per il momento è solo un’indiscrezione. Ma presto potrebbe diventare qualcosa di più grande, pronto a trasformarsi in un gigantesco tornado destinato ad abbattersi su Wimbledon. A due giorni dal trionfo di Novak Djokovic sul nostro Matteo Berrettini, si allunga l’inquietante ombra delle partite truccate sull’edizione 2021 dello Slam londinese, terminato ufficialmente domenica scorsa. A lanciare l’allarme è l’autorevole quotidiano tedesco Die Welt, al quale sarebbero arrivate alcune segnalazioni a proposito di alcuni flussi sospetti, prontamente segnalati dai bookmaker.

Le partite incriminate sarebbero due e riguarderebbero il singolare maschile e il doppio. Nel primo caso, il sospetto è su un match giocato nel primo turno da un tennista tedesco (in gara in quel momento ce n’erano ben sette). La scommessa “a cinque cifre” è stata giocata durante il secondo set, indovinando sia il risultato esatto che il numero dei game.

Wimbledon 2021
(©Getty Images)

Leggi anche: Euro 2020, la top 11 ufficiale della competizione: ci sono cinque azzurri

Wimbledon, nel mirino anche un match di doppio

Puzza di match-fixing anche nel doppio, dicevamo. Qui invece la puntata è stata effettuata sull’eventuale rimonta di una coppia che era in svantaggio di un set. Rimonta che, dopo pochi minuti, si è effettivamente verificata. Per adesso, dunque, siamo davanti ad una segnalazione. Non sappiamo ancora se abbia deciso di intervenire l’International Tennis Integrity Agency. In tal caso, l’ITIA non lo renderebbe mai noto prima di aver concluso le indagini. Ma è quasi certo che qualcosa si sta muovendo.

Intanto a Wimbledon incrociano le dita. Sarebbe un’onta terribile per il torneo più prestigioso e importante del mondo. Un boccone amaro da digerire non solo per l’All England Club, ma anche per l’intero circuito Atp. Proprio alla fine di un’edizione in cui tutto sembrava essere filato liscio. Nelle prossime settimane se ne saprà sicuramente di più.