Serie B, ultima giornata: possibili combinazioni per promozione, playoff, playout

Serie B
Di Tacchio della Salernitana in azione (Getty Images)

Serie B, lunedì alle 14:00 in contemporanea si giocano tutte le partite. Le possibili combinazioni riguardanti promozione, playoff e playout.

Sarà un lunedì molto intenso, quello dell’ultima giornata di Serie B. C’è un’intera città che sogna. La Salernitana, che ha battuto l’Empoli nello scorso turno, dovrà vincere contro il Pescara già retrocesso aritmeticamente per fare feste. Un risultato che sembra assolutamente alla portata. La Salernitana sarà sicura della promozione in caso di vittoria senza dipendere dal risultato del Monza (in vantaggio negli scontri diretti), che è a -2 e ha in programma una partita difficile. Di fronte avrà infatti il Brescia a caccia dei tre punti per accedere ai playoff.

LEGGI ANCHE: Serie C, playoff al via: regolamento e pronostici

Serie B, la situazione in zona playoff e playout

Brescia-Cosenza
Roberto Occhiuzzi allenatore del Cosenza (Getty Images)

In vista dei playoff, il terzo e il quarto posto garantiscono l’accesso diretto alla semifinale, saltando il turno preliminare. Allo stato attuale il quarto posto è del Lecce e dietro nessuno può insidiarlo. L’unica possibilità di variazione è che il Lecce riesca a superare il Monza, vincendo a Empoli con contemporanea sconfitta interna dello stesso Monza.

Chi conquista il quinto posto gioca il turno preliminare dei playoff in casa (qualificazione in caso di parità al 120’, senza i rigori) contro l’ottava classificata, e se vince sarà ammesso in semifinale contro la quarta. Ossia, in teoria, contro gli avversari che hanno fatto peggio in campionato. Il Venezia può cedere questo piazzamento solo in un caso: se perde lo scontro diretto sul campo del Cittadella. Un motivo in più per un derby che poi, eventualmente, potrebbe ripetersi soltanto in finale. Se perde, il Cittadella è comunque ai playoff per via della classifica avulsa, e solo una squadra lo può superare agganciandolo. Il Chievo per farlo deve migliorare di 3 gol la differenza reti attuale (oggi è Cittadella +13 e Chievo +10) essendo pari lo scontro diretto.

La lotta per il settimo e ottavo posto è più ingarbugliata. Brescia, Chievo e Spal sono appaiati in questo ordine grazie alla classifica avulsa che, al momento, esclude la Spal. Se il gruppetto si scioglie e restano due squadre appaiate, la situazione è questa: il Chievo è in vantaggio sul Brescia (scontro diretto pari) per la differenza reti (+10 a +6), lo stesso con la Spal (+10 a +1), mentre il Brescia è in vantaggio sulla Spal per lo scontro diretto.

Meno complicata la situazione in zona playout. Già retrocesse Virtus Entella, Pescara e Reggiana, il Cosenza può ambire a giocare il playout battendo il Pordenone e costringendolo così allo spareggio. In caso di pareggio o vittoria del Pordenone i rossoblù tornerebbero in Serie C.