Turchia-Serbia, Nations League: formazioni e pronostici

Nations League
(Bigstockphoto/Katatonia82)

Turchia-Serbia è una partita della quarta giornata di Nations League e si gioca mercoledì alle 20:45. Il match verrà disputato alla Turk Telekom Arena di Istanbul, in Turchia: probabili formazioni, pronostici e analisi.

TURCHIA – SERBIA | mercoledì ore 20:45

Tra le nazionali che giocano in Lega B di Nations League, la Turchia è una delle poche che si sono qualificate al prossimo Europeo senza dover passare dagli spareggi. Il secondo posto nel girone dietro alla Francia ha evitato alla selezione allenata da Senol Gunes la lunga e pericolosa lotteria dei playoff. La Turchia conosce già da tempo i suoi avversari nella fase finale del torneo continentale, rinviato di un anno per via della pandemia: nel prossimo giugno se la vedrà con Italia, Galles e Svizzera.

Una settimana fa, la Turchia era riuscita a mettere in seria difficoltà una nazionale forte come quella della Germania, pareggiando 3-3 nel match amichevole. Un’ottima prova, soprattutto dal punto di vista offensivo, che aveva rasserenato il ct Gunes in vista della Nations League. Invece, in questa competizione, i turchi continuano ad annaspare. Contro la Russia non sono andati al di là di un pareggio, il secondo in tre partite, che ha compromesso la loro classifica.

Se la Turchia è penultima nel gruppo 3, a cinque punti dal primo posto che vorrebbe dire promozione in Lega A, peggio di lei è messa la Serbia, ultima ad un solo punto, conquistato proprio nello 0-0 di settembre contro Calhanoglu e compagni. Dalla formazione di Tumbakovic ci si aspettava di più dopo la vittoria esterna nello spareggio contro la Norvegia di Haaland – grazie alla rete decisiva del laziale Milinkovic-Savic nei supplementari – che è valso la finale di novembre con la Scozia. Forse un eccesso di rilassatezza ha condizionato la Serbia: infatti l’Ungheria è passata di misura a Belgrado con un gol di Konyves.

Turchia-Serbia, le ultime notizie sulle formazioni

Con il difensore Kabak squalificato, nella Turchia prenderà il suo posto il centrale del Leicester, Soyuncu, autore di buon inizio di stagione col proprio club. Gunes vuole ottenere la prima vittoria in Nations League ed è orientata a lanciare tutti i suoi talenti, da Calhanoglu all’ex romanista Under. Possibile ballottaggio tra Karaca e Karaman sulla trequarti.

Nella Serbia dovrebbe tornare Milinkovic-Savic, che il ct ha voluto far riposare dopo l’incredibile doppietta da subentrato con la Norvegia. In attacco giocherà Mitrovic: l’attaccante del Fulham è a soli quattro gol dal diventare il giocatore più prolifico della storia della Serbia. Attualmente dovrebbe giocare lui e non Jovic.

Il pronostico

A Turchia e Serbia gli interpreti di qualità non mancano e, contrariamente alla gara di un mese fa, questa potrebbe essere una sfida più divertente. La Turchia è comunque favorita per la vittoria.

Le probabili formazioni di Turchia-Serbia

TURCHIA(4-2-3-1): Gunok; Celik, Soyuncu, Demiral, Meras; Yokuslu, Tufan; Under, Calhanoglu, Karaman; Yilmaz.
SERBIA(3-4-2-1): Rajkovic; Pavlovic, Milenkovic, Kolarov; Gacinovic, Maksimovic, Milivojevic, Ristic; Milinkovic-Savic, Tadic; Mitrovic.

POSSIBILE RISULTATO: 2-1